L’hub vaccinale cerca casa: inoculazioni in farmacia. Somministrazioni anche nelle scuole

Settembre, è tempo di migrare. C’è chi torna, come le associazioni sportive e, necessariamente, chi va via. In questo caso a smontare le tende è il centro vaccinale di Sulmona, in zona Incoronata all’interno della palestra comunale “Serafini”. Una delle case dello sport sulmonese, infatti, tornerà ai legittimi proprietari entro un mese.

Di contro si dovrà trovare una soluzione per le inoculazioni. La chiusura definitiva dell’intero hub pare al momento restare solo un’ipotesi. Dalla Asl fanno sapere di essere alla ricerca di un locale idoneo per la somministrazioni dei vaccini, specie ora che è stata confermata l’inoculazione della terza dose. Intanto sull’albo pretorio del Comune di Sulmona è comparsa oggi una determina del dirigente che annuncia l’affidamento a una ditta locale per la fornitura di elementi di arredo per l’allestimento del centro vaccinale presso la farmacia Comunale. Nella determina, infatti, vi è scritto che il servizio che il Comune di Sulmona intende fornire alla cittadinanza è di indubbia rilevanza sociale e, anche in prospettiva della prossima chiusura degli Hub vaccinali, rappresenta una risorsa utile ad incrementare il numero delle persone vaccinate sul territorio. Se sarà un scelta provvisoria o definitiva non è dato saperlo, anche perché sempre dalla Asl fanno sapere di essere stati presi in contropiede da questa notizia.

Buone notizie giungono dal fronte scuola. Dalla provincia fanno sapere di aver raggiunto il 71% di copertura nella fascia tra i 12 e i 18 anni. Forte di queste alta adesione la Asl si prepara al rush finale nella campagna di immunizzazione delle scuole che riapriranno lunedì prossimo. Open day nel prossimo weekend, vaccinazioni negli istituti scolastici, potenziamento della campagna di sensibilizzazione e sinergia con i dirigenti delle scuole sono i punti cardine del piano messo a punto dal Dipartimento di prevenzione, diretto da Domenico Pompei, che verrà attuato già nei prossimi giorni.

L’obiettivo è quello di garantire un rientro tra i banchi nelle migliori condizioni di sicurezza, sia per i ragazzi sia per il personale, premendo il piede sull’acceleratore per vaccinare coloro che ancora non sono protetti. Sabato e domenica prossimi, 11 e 12 settembre, alla vigilia della ripresa delle lezioni, la Asl ha organizzato un open day ad accesso libero, cioè senza prenotazione, rivolto a tutte le categorie e in particolare a studenti e figure professionali, docenti e non, che lavorano nel mondo della scuola. Per vaccinarsi sarà sufficiente recarsi a uno dei punti vaccinali disseminati nel territorio provinciale. Nelle postazioni di L’Aquila di San Vittorino e Piazza Duomo, in quella di Sulmona e di Avezzano l’orario di accesso per l’open day è 9-17.00; a Pescina e Tagliacozzo, invece, dalle 9 alle 14.00.

Al di là di questa iniziativa, l’azienda sanitaria sta mettendo a punto un calendario, in collaborazione con i presidi degli Istituti della provincia, per portare la vaccinazione direttamente all’interno delle scuole, attività che inizierà la prossima settimana. In alternativa, naturalmente, studenti e personale degli istituti potranno vaccinarsi nei centri Asl del territorio provinciale. Un doppio canale, a scelta, che sarà deciso, all’interno dei singoli Istituti, di comune accordo con i rispettivi dirigenti.

Dal flusso di dati, gestito dal Contact Center della Asl, da mesi in prima fila nell’emergenza, si possono ricavare i dati attuali. Nella fascia d’età 12-14 anni, secondo il report aggiornato alle ore 23.59 di ieri, hanno completato il ciclo vaccinale 1.857 persone mentre 1.503 hanno ricevuto la prima dose. Per la fascia 15-19 anni hanno fatto le due dosi 7.163 utenti e la prima 2.102. In tutta la provincia, come totale relativo a tutta la popolazione (e quindi a tutte le fasce d’età), aggiornato alle ore 9.07 di oggi, le somministrazioni contro il covid hanno toccato quota 400. 453, di cui 216.701 prime dosi e 183.752 richiamo. Un quadro da cui quindi si evince che su una popolazione target, dai 12 anni fino agli over 80, pari a 265.000, ad oggi risultano vaccinate, con almeno la prima dose, 216.701 persone, cioè oltre l’81%.

5 Commenti su "L’hub vaccinale cerca casa: inoculazioni in farmacia. Somministrazioni anche nelle scuole"

  1. Mamma me…

  2. No comment, chiudono senza ancor prima trovare un’alternativa valida!

  3. Legittimi proprietari? Ma perche’ il complesso Serafini e’ stato edificato con la moneta delle varie Società Sportive che hanno solo sfruttato il Complesso per i propri interessi economici? A quanto ammonta l’affitto mensile delle Società che ne usufruiscono? Grazie per la risposta?

  4. Anche per il complesso Serafini? Grazie per la risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*