Liceo classico: “Lavori a gennaio”. I Socialisti si inchinano a Zavarella e attacano il Pd

Affidamento dei lavori a fine gennaio e a scuola nella sede di piazza XX a settembre del 2022. Per il liceo classico Ovidio di Sulmona, insomma, è “cosa fatta”. Lo assicurano i socialisti, a loro volta rassicurati dall’assessore Zavarella (quello per cui il progetto sarebbe stato pronto a settembre scorso e i lavori avviati entro l’anno in corso), a sua volta confortato dallo schema di appalto integrato che è stato illustrato “minuziosamente” ad una delegazione del Psi. “Zavarella ci ha illustrato come verranno composte le esigenze che si pongono a cavallo tra le prescrizioni della sovrintendenza e il rispetto dell’indice minimo di vulnerabilità, le tabelle dei pagamenti con i fondi, pari a poco più di 4 milioni di euro, già disponibili. I socialisti sulmonesi – scrive Massimo Carugno – hanno sempre ritenuto che uno dei cardini per la rivitalizzazione del centro storico è il ritorno degli studenti tra le mura. Sarebbe auspicabile anche il ritorno del liceo scientifico visto che la vecchia sede di viale Matteotti è tornata libera dopo lo scellerato utilizzo che ne venne fatto negli anni passati”. 

L’occasione è quella giusta per dichiarare la propria appartenenza negli schieramenti che si contenderanno lo scranno di palazzo San Francesco la prossima primavera e che, a leggere tra le righe, lascia intuire che il Psi non farà rima con Pd.

“Questa è la politica che ci piace, fatta per la città e per i cittadini. Non ci piace e non ci interessa invece la politica che ascoltiamo e leggiamo in questi giorni nel dibattito che sta anticipando le prossime elezioni comunali – scrivono i socialisti -. Di temi, problemi e programmi niente. Si parla solo di nomi conditi da veleni e pettegolezzi che fanno sembrare il salotto sulmonese più una locanda goldoniana che un cenacolo della politica. A questa città queste cose non servono. Serve una politica di programmi inserita in un disegno complessivo proiettato sul suo futuro. Serve una politica che guardi oltre i confini di San Panfilo e Porta Napoli. Il mero conto dei ciuffetti d’erba sul sagrato dell’Annunziata, o le indagini sugli stati di famiglia della politica locale sono robe da lavanderia suburbana che non ci interessano e non interessano alla città”. 

55 Commenti su "Liceo classico: “Lavori a gennaio”. I Socialisti si inchinano a Zavarella e attacano il Pd"

  1. Ma Carugno ancora va girenn! I dinosauri di Sulmona!

  2. Chiedo scusa all’autore dell’articolo ma non sono riuscito a capire, visto che si parla del fabbricato del liceo classico, da cosa si desume che il PSI abbia fatto una scelta di campo in vista delle prossime elezioni comunali.
    Potrei avere lumi?
    Ringrazio anticipatamente.

    • Dottor Iezzi, mi meraviglio che un politicante navigato come lei non sappia leggere il politichese. E su, non faccia il pesce in barile

    • Caro Iezzi noi Sulmonesi l ‘annello al naso non lo abbiamo più !
      Qiesta e’ chiara campagna elettorale da parte degli amici del prezzano mandriano!
      Saluti

  3. Mi risponde grizzly, mi da del “politicante, non mi dice se sta esprimendo una sua opinione personale o se è lui l’autore dell’articolo.
    Ritengo che sia giusto e corretto che grizzly chiarisca.

    • Dott. Iezzi Grizzly è la redazione del giornale, avendo anche l’editoriale dedicato. Sia inteso che il termine “politicante” non è detto in senso offensivo, ma va inteso come colui che fa politica da tempo

      • Grizzly, scusa se intervengo in una discussione che non mi riguarda affatto, ma da utente di questo sito, al quale riconosco moltissimi meriti, non posso non rilevare che, soprattutto da giornalisti, i termini si presuppongono utilizzati secondo la loro accezione comune e convenzionale, l’unica corretta. La Treccani, non io, scrive:
        “politicante s. m. e f. [der. di politica, con suff. participiale]. – Chi svolge attività politica con scarsa competenza, per lo più con mire ambiziose e per trarne vantaggi personali: le discussioni dei soliti p.; i p. da piazza, da caffè, da strapazzo; i p., che hanno sempre in bocca le grandi e nobili parole e la solenne indignazione (B. Croce). Per estens., persona faziosa e intrigante, dedita agli intrallazzi: gli arrivisti, i p. dell’arte, gli ambiziosi di bassa specie (Cardarelli).”

        • mario ho già chiarito che non era usato in questo senso il termine. Ma, forse improriamente, per indicare una persona che fa politica da tempo. Il punto penso sia un altro: Iezzi accusa questo articolo di essere ambiguo, quando invece è molto chiaro, di aver piegato le dichiarazioni ad una personale e arbitraria interpretazione, quando invece si tratta di leggere e saper leggere un comunicato stampa

  4. Ho il vago sospetto che grizzly non risponderà. Dovrò rinunciare a sapere da lui che evidentemente è un “Politico” con la “P” maiuscola come si legge il politichese.
    Inoltre visto che lui conosce il mio nome mi piacerebbe , anche se so benissimo che gli chiedo troppo in fatto di coraggio e correttezza, di dichiarare il suo.

  5. Prendo atto che, dopo aver usato una espressione offensiva, il coraggioso grizzly si trincera dietro “la redazione”, dá una interpretazione di comodo di un termine offensivo e continua a non rispondere alla mia domanda.
    Questo si intende in questo giornale per corretto giornalismo?

    • non ci trinceriamo dietro nulla Iezzi, la redazione ha un direttore responsabile che come da legge è visibile e noto sul sito. Ripeto che il termine politicante non era usato in senso offensivo – e se si è offeso ce ne scusiamo – ma per uso estensivo del “colui che fa politica da tempo”. Poi se vuole entrare nel merito della discussione, risponda lei: cosa le fa pensare che non ci sia stata una presa di posizione politica del Psi? Dovevano scr9ivere voto Casini? PS come sa bene, visto che ha avuto a che fare in tribunale con il direttore di questo giornale altre volte (ritirandosi da una querela temeraria, persa poi dai suoi cofirmatari in sede giudiziaria), il coraggio non ci è mai mancato.

  6. L’assessore e il PSI potrebbero a questo punto spiegare anche agli studenti e alla cittadinanza tutta come saranno composte le esigenze citate nell’articolo?

  7. Quanti voti ha preso il PSI alle comunali e regionali?

  8. OK devo rinunciare alla par conditio ( se uno il coraggio non ce l’ha non puoi pretendere altro) .
    Non rinuncio però ad esprimere un mio punto di vista.
    Carugno ha fatto conoscere una sua opinione sul liceo classico e ha colto l’occasione per esprimere con l’auspicio che si cominci a parlare di programmi e si abbandonino sterili contrapposizioni.
    Grizzly che fa ? Sui temi da lui posti sorvola completamente, limitandosi a virgolettare puerilmente il termine “minuziosamente” , in compenso parla di genuflessione nei confronti di Zavarella, di attacco al PD, di scelta di campo del PSI e condisce il tutto con due foto che furbescamente tendono a condurre il lettore in una certa direzione.
    Questo è quanto pensa un politicante.
    Passo e chiudo

    • Dott Iezzi Non mi sembra che si sia sorvolato su quanto è stato oggetto dell’incontro, nessuno ha poi parlato di genuflessione – ma al limite di inchino (che può essere anche un semplice riconoscimento) -. Non ci siamo limitati a virgolettare il minuziosamente, ma gran parte del comunicato. Così come abbiamo letto l’attacco al Pd come una chiara scelta di campo (legittima per carità). La scelta delle foto non è furbesca, ma voluta, perchè la scelta di campo è evidentemente indirizzata al blocco dei gerosolimiani. Non abbiamo nessun scheletro nell’armadio e abbiamo profondo rispetto dei nostri lettori, che non inganniamo subdolamente come lei vorrebbe far credere. Le foto aiutano alla comprensione del testo, non ingannano. Se poi lei vuole sostituirsi ai giornalisti, lo può tranquillamente fare facendo un esame di Stato e prendendo il relativo tesserino. Sempre che non abbia più a disposizione una testata giornalistica come ha avuto (ha ancora?) per tanto tempo. Non vediamo l’ora di vederla candidato di nuovo per il bene della città e del territorio e di ripercorrere insieme a lei gli straordinari successi avuti nella gestione del nucelo industriale prima e del Parco Majella poi…

  9. Solo in questa “strana” città si dà tanto spazio al PSI ma esiste ancora?Sig.Iezzi ma non è che Lei sta cercando di tirare la carretta a qualche suo AMICONE?

  10. bene,si continua a perder tempo con questi venditori di rimedi universali/politicialtroni,una banda di ciarlatani,incompetenti,incapaci,inutili…contano i risultati,la realta’ e’ quella che e’:un disastro senza precedenti,i responsabili hanno nome e cognome,si fa finta di niente, gli amici del popolo chiedono di nuovo la firma :carta bianca,purtroppo tanti quaquaraqua’ credono alle magiche illusioni:irrigazione gratuita…la politica che ci piace… e’ quella dell’Interesse generale di cui i benefici dei Cittadini,quella della Questione morale,quella dei vari Enrico,Aldo,Rino,Sandro, non quella del saccheggio della Cosa pubblica,dei mariuoli del brigante di hammamet specializzati in ruberie varie,interessi particolari/personali,
    corruzione,ecc,ecc, e basta con questi politici del nulla,loro indicati,contano solo i risulati raggiunti,le distinzioni,non le chiacchiere ,gli annunci,dichiarazioni,comunicati, conferenze, presentazioni,tavoli di confronto,ecc,ecc,e basta,o no?

  11. Sono tutte e per tutti “prove tecniche di alleanza elettorale” e non serve tanto girarci intorno.

  12. Senti qua’ ….mo e’ resuscitato pure il psi ma VERGUGNETV ! E’ finita la pappatoia Geroso’ !

  13. 2020-2009 = 11 anni di attesa i socialisti si inchinano. Mah

  14. quindi Carugno oltre che avvocato e scrittore è anche ingegnere… attendiamo le “minuziose” illustrazioni del progetto e di come trasformerà l’edificio ad uso scolastico con l’autorizzazione della sovrintendenza. Solo una domanda, però: ma il primo progettista è stato pagato?

  15. signor Iezzi,se ne faccia una ragione,,,Il germe non sa scrvere!!!! è purtroppo non lo riconosce!!!! ultimamente scrive solo strafalcioni!!’

    • Ma se non ti piace non lo leggere il Germe ….leggiti i giornali amici del prezzano così non senti lamentale e Sulmona ti sembra Manhattan!

    • detto da un* che sbaglia a scrIvere e non azzecca una e senza accento è confortante. Sono sicuro signor* carla che troverà saggi letterari su altre testate dove potrà appagare la sua cultura e amore letterario e come leggo spesso altrove “tirare un respiro di sollievo”

    • a me sembra che sia l’unico giornale locale a scrivere in italiano

  16. No…qui mi faccio tante risate!!!

  17. è voi che non distinguete il significato delle parole è ancora più grave ..posso aver sbagliato a scrivere involontariamente,ma voi lo fate tutti i giorni.,.,è venite ripresi da chi vi legge….che risate!!!

    • ripeto questo è l’unico giornale che scrive in italiano, non mi sembra di aver visto strafalcioni sinceramente. quindi signora carla mi porti qualche esempio

  18. due (e ) sbagliate ..,va bene?ahaha!!!

  19. Iezzi non perda il suo tempo inutilmente. L’unico Germe fu quello di Carlo Tresca, il resto non ha bisogno di commenti…si commenta da sé.

    • l’orsetto yoghi e l’amico bubu, sono le stesse persone. state proprio ridotti male voi del feudo prezzano… ridicoli e autoreferenziali, avete ridotto questo territorio in una terra bruciata

  20. ORSETTO YOGHI CHI TI MANDA IL TUO AMICO BUBU?

  21. bravo Orsetto!’n

  22. La campagna elettorale ha reclutato i dinosauri di Sulmona !
    Per fortuna c è questo giornale on line che sputtana tutte le
    Porcate che prima mantenevate nascoste.
    Forza il germe ! Anche se i lecchini sono stati assoldati per
    Venire a scrivere commenti sotto i vostri articoli !

  23. Lecchino sarà lei..,che lo scrive!!!! le porcate che si fanno a Sulmona si devono saper scrivere..,ora vada a piangere dal prezzano!!

    • Signora Carla, lei si erge a purista della lingua. Vorrei farle notare però che non sa scrivere: dopo i puntini di sospensione non ci va la virgola, di punti esclamativi ne basta uno. Dopo il punto esclamativo ci va la maiuscola e dopo la virogla ci va lo spazio. Ripassi un po’ di sintassi prima

  24. Ancora rispondono a Franco Iezzi ..si arrampicano..,,sui specchi..!!!!

    • signor carl* noi abbiamo risposto a Iezzi e non accettiamo troll su questo sito. Quindi è avvertit* che se insiste sarà bannat*

  25. Signor Sabatino..,ancora non ha capito che lo faccio apposta? non ha niente da dire ? che guardare la mia sintassi.? scriva cose serie invece di blatelare la mia scrittura ,scriva argomenti seri..,

    • Signora Carla è lei che si lamenta dell’italiano altrui. E vede non può essere credibile una correzione da parte di chi scrive apposta anziché a posta. Oltre alla sintassi faccia anche un ripassino di grammatica

  26. Sito ufficiale Accademia della Crusca..,vada a leggere signor Sabatino,ripassi tutta la grammatica,ma lo faccia ,lei sta messo male

  27. Apposta. si può scrivere.

  28. Forma univerbata…torni a scuola!!!

    • Guardi Carla non ho alcuna intenzione di dilungarmi nel spiegare a lei quello che non ha studiato a scuola e che ora pensa di poter recuperare con una ricerca su Google. Le forme univerbate (pomo d’oro che diventa pomodoro) sono ammesse quando non creano contrasto con altre forme verbali dello stesso tipo. Apposta è participio di apporre, in italiano. Certo la lingua è fatta di usi essendo una convenzione, tant’è che il suo “apposta” anziché a posta è stato sdoganato da uno scrittore popolare come era Alessandro Manzoni. Ma pur sempre trattasi di scorrettezza linguistica, nel senso filologico del termine, se sa cos’è la filologia. Quindi quella che sta messa male è solo lei, che pretende di dare lezioni di italiano e per pura fortuna è riuscita a superare forse gli esami di terza media. Io a scuola non posso tornare perchè ho concluso tutto il ciclo scolastico fino ad una laurea in lettere e anche con il massimo dei voti. Arrivederla a mai più, per usare un ossimoro. Se sa cos’è.

  29. Ritornando al messaggio di prima ,non è la regola scrivere maiuscolo dopo un punto esclamativo o interrogativo…vada vada ad imparare la grammatica…

  30. WARNING – l’utente Carla, già sotto altri nickname quali Clara, Claudia, Lucia, Antonio, ha violato le norme comportamentali di questo sito e per questo d’ora in poi tutti i commenti provenienti dal suo indirizzo Ip saranno cestinati, a prescindere dal loro contenuto. La redazione si riserva inoltre di adire le vie legali per ipotesi di diffamazione.

  31. Fate intervenire la Polizia Postale ricoverate la Sig.ra Carla e per favore forniteci il suo vero nome affinche’ si possa evitare incontrandoLO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*