L’influencer che vien dalla montagna

(Antonio D’Arcangelo con Chiara Biasi)

Ha preso il suo posto sul treno dei desideri in piena pandemia ed è sceso dritto nel regno degli influencer che contano: Milano. Dal regno dell’orso marsicano a quello degli influencer, i nuovi miti. Antonio D’Arcangelo da Pescasseroli, 22 anni, “faccia da schiaffi”, sorriso da orsacchiotto e capelli rosa, rasati e rosa shocking per essere precisi, ha superato il casting per la campagna della influencer Chiara Biasi, due milioni e settecentomila follower, lui, che di follower ne ha giusto un millesimo, duemilasettecento, e da grande vuole fare quello che gli piace, cioè assecondare le sue passioni: moda, foto, montagna. Non importa se il suo domani sarà categorizzato tra il mestiere di modello, di influencer o di creativo, lui segue il suo istinto tra una stagione in sala a fare il cameriere come la maggior parte dei suoi coetanei che nel paese turistico ci vivono da capo a piedi l’anno e una proposta di moda con il marchio che ha creato con la sua inseparabile amica. Scompone un po’ tutte le convinzioni, Antonio. Quelle convinzioni che inseriscono certi mestieri nella sfera della leggerezza, contro i quali qualcuno storce il naso e che, soprattutto, non sono mestieri da montanaro. È roba da fare a certe latitudini. Da Milano in su.

Milano, la capitale della moda, che Antonio ha agguantato da dietro un PC. Attraverso Instagram ha fatto il suo percorso mostrandosi tra le sue montagne. Niente filtri, niente photoshop, niente paesaggi urban né caraibici. Banalmente è stato semplicemente se stesso laddove molti suoi coetanei vorrebbero arrivare con filtri, caption accattivanti e tutto il repertorio. Si è fatto largo saltando a piè pari le polemiche che ruotano nel suo paese e restando inesorabilmente incardinato intorno al turismo che non c’è, alla cabinovia e a questo Comune che non va. Antonio, dalla nicchia di Pescasseroli, ha dimostrato che in piena pandemia e restrizioni è possibile farcela, con un piede nella moda e uno nella divisa da cameriere perché con i piedi per terra e il rosa in testa, i sogni si inseguono meglio. E talvolta si raggiungono.

Loretta Montenero

1 Commento su "L’influencer che vien dalla montagna"

  1. Gianni Giovannetti | 8 Maggio 2021 at 20:54 | Rispondi

    Bel pezzo, brava questa Montenero! 🥇

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*