L’onda lunga dei contagi delle feste: 98 nuovi positivi. Due vittime nel referto

Continuano gli strascichi dovuti all’aumento dei contagi da Covid-19 nel Centro Abruzzo, esploso tra le festività di Pasqua e il ponte del 25 aprile. In particolare Sulmona resta sotto la lente d’ingrandimento, anche dopo le celebrazioni di San Panfilo avvenute nella giornata di ieri. Evento sicuramente più contenuto e imparagonabile alla Pasqua sulmonese, ma che comunque ha fatto riempire i locali e creato affollamenti in città.

La stessa città ovidiana si presenta nel bollettino odierno con 55 nuovi positivi, oltre la metà dei 98 finiti a referto oggi, mantenendo il triste primato di Comune maggiormente colpito dal Covid nell’intero comprensorio peligno-sangrino. Per una festività conclusa ce n’è una che è pronta ad accendersi già da questa sera. Pratola Peligna, infatti, rimane sorvegliata speciale per i riti legati alla Madonna della Libera che si protrarranno fino a maggio. La cittadina pratolana ha fatto registrare 11 nuove positività nel bollettino diramato oggi.

Scanno finisce a referto per i 6 nuovi casi accertati, il doppio di Corfino (3). Nel bollettino finiscono anche Bugnara, Campo di Giove, Introdacqua, Pescasseroli, Pettorano sul Gizio, Raiano, Villetta Barrea e Vittorito tutti con 2 contagi a testa. In chiusura, con una sola nuova positività, ci sono Alfedena, Anversa degli Abruzzi, Castelvecchio Subequo, Pacentro, Pescocostanzo, Roccaraso e Secinaro.

Si registrano, purtroppo, anche due nuove vittime legate al territorio. Non sono riusciti a sopravvivere al virus né un 95enne di Pratola Peligna né un 82enne di origini irlandesi residente a Gagliano Aterno. I due erano ricoverati presso l’ospedale di Avezzano.

Commenta per primo! "L’onda lunga dei contagi delle feste: 98 nuovi positivi. Due vittime nel referto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*