M5S dona ambulanza ad Asl, mezzo fermo da oltre un anno

E’ stata ferma per oltre un anno, inutilizzata e ancora con i sigilli di fabbrica, una della 4 ambulanze donate dai consiglieri regionali del M5S Abruzzo alle 4 ASL Abruzzesi. Si tratta dell’ambulanza donata alla Asl 1 di L’Aquila. Un atto che assume i connotati di un vero e proprio sfregio nei confronti dei donatori, i consiglieri regionali M5S della passata legislatura che, grazie al taglio volontario dei propri stipendi erano riusciti ad acquistare i 4 mezzi per la somma complessiva di 280.000 euro. Ma soprattutto, secondo i Cinquestelle, uno sfregio e un insulto a tutti i cittadini della provincia dell’Aquila, che non hanno potuto beneficiare di un mezzo per il soccorso in emergenza nuovissimo e all’avanguardia.

“Lo abbiamo scoperto per caso nel corso di una visita ispettiva del collega Giorgio Fedele. Inutile dire che siamo esterrefatti e amareggiati” dichiarano nella conferenza stampa indetta questa mattina il Capogruppo Sara Marcozzi e i consiglieri Pietro Smargiassi, Domenico Pettinari, i quali nella passata legislatura, insieme agli allora consiglieri Gianluca Ranieri e Riccardo Mercante, avevano pensato ad una utile donazione in favore di tutti i cittadini.

Alla conferenza, anche i portavoce Francesco Taglieri, Barbara Stella e Giorgio Fedele. È quest’ultimo a raccontare l’accaduto: “Nel corso della mia visita ispettiva all’Ospedale aquilano ho visto il mezzo parcheggiato con i sigilli di portellone e finestrini ancora intatti. Un mezzo fermo per oltre un anno che invece avrebbe potuto svolgere il servizio già pochi giorni dopo la consegna avvenuta a novembre 2018. Ho chiesto subito informazioni in merito e a sentire la dirigenza sembrerebbe che il funzionario incaricato di seguire la pratica per l’allestimento del veicolo non abbia dato seguito alla necessaria procedura per affidare il lavoro di preparazione ad una ditta specializzata”.

“Una cosa vergognosa – continua Marcozzi – per la quale non abbiamo ancora avuto una spiegazione plausibile. Se abbiano voluto o meno fare uno sgarbo al MoVimento 5 Stelle non è dato saperlo, sicuramente chi ci ha rimesso sono stati i cittadini aquilani, che non hanno potuto usufruire di un mezzo pronto per essere messo in strada a causa della negligenza di qualcuno. Chiederemo conto di quanto è successo sia alla Asl che all’assessora Verì, che deve assumersi la responsabilità di questo spreco inaudito. Gli abruzzesi meritano risposte”.

S.M.

7 Commenti su "M5S dona ambulanza ad Asl, mezzo fermo da oltre un anno"

  1. Francesco Valente | 7 Dicembre 2019 at 7:53 am | Rispondi

    Che puerili ed assurde pretese la Marcozzi, fanno un regalo populista da libro Cuore solo perché è semplice e lo capiscono tutti gli elettori anche di bassa cultura. Altrimenti in un ambiente amministrativo completamente criminale dove, si spintonano e si sgomitano senza gerarchia anche il sindaco e il vigile urbano,a chi prima si mette avanti al venditore del tosaerba che viene a portare i €50 di tangente che ha ricaricato appositivamente sulla fattura di vendita al comune, i 5stelle pretendono partecipazione affinché il loro regalo ,che fanno per dimostrare ingannatoriamente agli elettori le loro buone intenzioni sociali, venga accettato gratis dai funzionari della ULSS senza dargli una contemporanea tangente di almeno il 10% o15%. Cioè le amministrazioni pubbliche specie nella sanità sono piene zeppe di macchinari inutili acquistati senza scandalo solo perché la legge sulla spesa gli mantiene il potere di intascare facilmente percentuali, e poi buttati negli scantinati, ed i 5 stelle, con la loro semplicità ci aggiungono un’ambulanza allo stesso modo come si regala ancora un superficiale tablet se ognuno ne ha almeno tre. 5 STELLE MA ANDATE TUTTI A CASA CHE DATE SOLO FASTIDIO.

  2. https://www.ilblogdellestelle.it/2018/11/il-movimento-5-stelle-dona-quattro-ambulanze-agli-abruzzesi.html

    Come avrà modo di vedere nel filmato, noterà che non vi è alcun simbolo e/o dicitura che può identificare il mezzo come “l’ambulanza dei 5 stelle”.

    Qui lo spreco è senz’altro della ASL ed è giusto averlo segnalato.

  3. Francesco Valente | 7 Dicembre 2019 at 11:57 am | Rispondi

    Sig. Temp lei non ha capito Che per come è strutturata L’amministrazione italiana, se un grande magnate O multimiliardario classificato da Forbes quali Bill Gates o Soros od altri volessero regalare un Mose A Venezia per preservarla All’umanità dalla acqua alta, Farebbe Incavolare o di peggio imbestialire il Galan o lo Zaia di turno , Perché In Veneto Si deve muovere tutto attraverso appalti che hanno diritto di gestire loro dove si devono prendere scrupolosamente soldi loro uguale come Le banche prendono scrupolosamente commissioni ogni volta che ti muovi il tuo conto corrente da solo.
    E i 5 stelle vanno a regalare un ambulanza dove la USL non ci guadagna niente impedendogli poi di comprarne un altra dove ci acchiappavano cinquantamila cocuzze di tangenti..Non hai capito che in Italia il Mose non si fa per salvare Venezia,ma per ben altro.

    • Per l’articolo, lei va nuovamente oltre il dovuto ed il richiesto.

      Per il mancato utilizzo dell’ambulanza, la risposta “dovrebbe” venire dall’ASL, poi potrà dare un giudizio “mirato”.

  4. bene,accade solo nella nostra italietta,anche nei Paesi in via di sviluppo ,l’addetto,il funzionario,il dirigente…mega direttore galattico(super incapace) era stato gia’ cacciato,e per non essere preso a pedate,( dai Cittadini) si nascondeva nei sotterranei,siamo l’unico paese, minuscola di rigore ,al Mondo, dove ognuno e’ libero di fare cio’ che meglio crede,iniziando dalla pubblica amministrazione,nessuno escluso super galattico buracrate compreso ,politici,partiti,loro indicati,sindacati,presidenti e cda delle inutili partecipate,enti,consorzi,fondazioni,associazioni,coop, e chi piu’ ne ha ne metta,quasi tutti degli inconcludenti, incapaci,inabili,inefficienti,piu’ dei cialtroni indicati , prezzolati,
    corrotti al servizio del signore del feudo di cui la nomina,o no?

  5. Traduci…

    • Visto che la risposta tarda, ho provato con Google traduttore… niente!!!
      Forse il tutto è svelabile trovando la chiave di lettura tra il:”bene… o no?”…
      È una cifratura molto complessa, superiore al codice Enigma.
      I servizi segreti di tutto il mondo e anche gli alieni vi stanno lavorando su…prima o poi riusciranno e così avremo la “RIVELAZIONE”.
      😂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*