Maltempo: il fiume si mangia la pista ciclabile

Nel tour delle Terre dei Peligni è indicato come “adatto ad ogni livello di abilità”. Ma per il tracciato cicloturistico che attraversa i Comuni di Pratola, Prezza, Raiano, Corfinio e Vittorito, inserito nel progetto Cuore d’Abruzzo, sarà necessario, dopo le ultime piogge, una abilità in più.

Il percorso, che non è solo ciclabile, ma indicato anche per le passeggiate a cavallo e le escursioni a piedi, è stato infatti duramente compromesso dalle precipitazioni degli ultimi giorni.

In particolare nel tratto tra Pratola e Roccacasale, una parte del sentiero è stata completamente erosa dal fiume Aterno-Sagittario che costeggia il percorso. Quasi tutta la sede “stradale” è stata letteralmente scavata e mangiata dal fiume, ingrossato per le piogge, creando un’enorme ansa che rende molto pericoloso il passaggio.

Non solo: poco più avanti diversi alberi sono caduti invadendo in parte lo stesso sentiero e in parte il letto del fiume, rendendolo così ancora più pericoloso.

A distanza di diverse ore dalle forti precipitazioni dei giorni scorsi, insomma, i danni continuano a contarsi sul territorio. Per ripristinare questo spettacolare tratto di sentiero ci vorrà un intervento immediato e consistente, anche per non perdere un attrattore turistico importante, reso ancor più frequentato dai ciclisti dopo essere stato inserito nel progetto Cuore d’Abruzzo.

1 Commento su "Maltempo: il fiume si mangia la pista ciclabile"

  1. Ottima e tempestiva segnalazione.
    Vediamo come dalle belle parole si passa ai bei fatti.
    E’ ora il momento di dare credibilità ai proponimenti!
    Grazie ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*