Mascherine, controlli dei Nas: sequestrate 4.300 in Abruzzo

Continuano, su tutto il territorio nazionale, i controlli dei Carabinieri del NAS finalizzati a contrastare il commercio di dispositivi per la protezione individuale e di gel igienizzanti irregolari. In tale ambito, i NAS di Pescara, Genova, Cremona, Palermo, Roma, Livorno e Bologna, hanno rinvenuto e posto sotto sequestro circa 23.000 mascherine non conformi alla normativa vigente, per un valore commerciale di circa 55.000 euro. Di queste circa 4.300 ne sono state sequestrate questa settimana  in Abruzzo dai NAS di Pescara.

In particolare 4000 mascherine facciali con certificazione di sdoganamento irregolare e sprovviste di nullaosta sanitario, sono state sottoposte a sequestro in una parafarmacia del chietino. Sempre in provincia di Chieti, In una parafarmacia, sono state rinvenute per la vendita mascherine facciali sartoriali in confezioni prive delle indicazioni obbligatorie di legge e senza che la documentazione commerciale presentasse una scheda tecnica del prodotto. Un centinaio ne sono state sottoposte a sequestro. Circa 200 mascherine di fabbricazione cinese in confezioni prive delle indicazioni obbligatorie di legge in lingua italiana, sono state sequestrate in una farmacia dell’Aquilano.

Commenta per primo! "Mascherine, controlli dei Nas: sequestrate 4.300 in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*