Meet up su crisi Comune: “Il gioco delle tre carte senza fine”

Immobilimo,  maschere e cittadini stanchi.

“Quelli di prua vadano a poppa, quelli di poppa vadano a prua”

Per i grillini del Meet up questo sarebbe il quadro dopo le ultime da Palazzo San Francesco i “Preso atto della situazione “irrisanabile per il momento” (questo l’ossimoro di Pingue nel collocarsi all’opposizione),;Rilevate le dimissioni dell’assessore Angelone (con tanto di lettera di autoreferenze a corredo) considerata la fermezza (sullo scranno presidenziale e “neutrale”) della Di Marzio, – Valutato che i consiglieri di destra Tirabassi e Bianchi potrebbero ora “automaticamente” ritrovarsi nell’alveo fisiologico della neo centrodestrorsa Casini. Tenuto conto delle sue reiterate dimissioni senza esito, avanzando di nuovo un dubbio circa la serietà verso i loro elettori riguardo questi continui scavalcamenti di banco da destra a sinistra e da sinistra a destra, dalla maggioranza alla minoranza e dalla minoranza alla maggioranza, … un bel casino, come al solito”.

Insomma per i grillini si tratterebbe di una rappresentazione teatrale dello scambio delle maschere. “Il non più sopportabile immobilismo della macchina amministrativa che procede dall’instabilità politica. Il gioco delle tre carte senza fine. Gioco che nuovamente mette in luce un filone politico più strumentale e di interesse personale che utile alla cittadinanza. E vista la provenienza politica del sindaco di Sulmona e facile dare una risposta all’eventuale domanda. Considerando tutto quanto in narrativa, Questo Meetup delibera che noi cittadini siamo francamente esausti”.!”

 

1 Commento su "Meet up su crisi Comune: “Il gioco delle tre carte senza fine”"

  1. Si può essere d’accordo.
    Tuttavia considerata la vostra incapacità di essere presenti in Consiglio comunale come pensate di dare un contributo alla condizione davvero compromessa di questa nostra città?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*