Mense scolastiche: orari ridotti agli addetti. La Cgil alla prefettura: “Provvedimento unilaterale”

La Cgil minaccia di portare l’azienda davanti al prefetto se entro ventiquattro ore non saranno date spiegazioni adeguate alla riduzione delle ore di lavoro che la EP, l’azienda che si occupa della refezione scolastica nelle scuole di Sulmona, ha attuato ormai da una settimana nei confronti dei dipendenti.

L’avvertimento è arrivato con una nota ufficiale, indirizzata anche al Comune di Sulmona che è il committente, e nella quale il sindacato definisce il provvedimento “tanto grave quanto unilaterale”.

“La riduzione delle ore lavorative in modo unilaterale e senza alcun preavviso e confronto con i sindacati – spiega Luigi Antonetti della Filcams-Cgil – non è possibile, per cui attendiamo che ci venga subito chiarito quanto sta accadendo o dichiareremo immediatamente lo stato di agitazione chiedendo l’immediata convocazione alla prefettura dell’Aquila”.

Dall’azienda fanno sapere che non c’è stata alcuna riduzione, ma che si è in una fase di “riorganizzazione degli orari” dovuta al sostanzioso calo dei pasti da servire nelle scuole. Cosa voglia esattamente dire questa riorganizzazione è ancora da capire.

Commenta per primo! "Mense scolastiche: orari ridotti agli addetti. La Cgil alla prefettura: “Provvedimento unilaterale”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*