Nomine in Regione, la Lega dice “no”

La Lega dice no a nuove nomine e modifiche statutarie. A renderlo noto è il coordinatore abruzzese della Lega, il deputato Luigi D’Eramo in una nota in cui esprime l’indisponibilità del suo partito “a votare le nomine e la surroga previste all’odg del Consiglio Regionale di domani perché non le condivide”.

“La Lega, in maniera unanime – dice D’Eramo – esprime la sua netta contrarietà alle ipotesi emerse nelle ultime ore su nomine e possibili modifiche statutarie. Il partito non è disponibile neanche a discutere su simili circostanze, avendo concentrato in questa fase tutti gli sforzi dei propri assessori e dei propri consiglieri al sostegno dell’azione che sta portando avanti, con profitto, l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, per la gestione della delicata emergenza Coronavirus”.

D’Eramo ritiene fuori luogo e intempestive queste “dinamiche di palazzo” in un periodo in cui cittadini e soggetti economici “si attendono risposte su problemi che riguardano la loro vita quotidiana”.

La polemica è nata a causa dell’intenzione del centrodestra di confermare la figura di sottosegretario ed equipararla a quella di un assessore.

Commenta per primo! "Nomine in Regione, la Lega dice “no”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*