Nuovo Mercato, Bianco: “Inizio incoraggiante”, Bianchi “fallimento”

Sono due visioni diametralmente opposte quella della vicesindaca Bianco e quella della consigliera di opposizione Bianchi riguardo il ritorno del mercato in piazza Garibaldi. La prima parla di “incoraggiante e positivo avvio”, la seconda di “andamento fallimentare”. Il nuovo mercato ha creato malumori fra i commercianti della piazza perché vedranno il traffico delle automobili chiuso ogni martedì, mercoledì, venerdì e sabato per permettere lo svolgimento del mercato.

“Ho ascoltato gli ambulanti stessi, le tante persone che hanno fatto acquisti rispettando distanze e disposizioni e i commercianti. Gli ambulanti hanno apprezzato il mercato di Sulmona, sostenendo che sia il più disciplinato e corretto. Voglio ricordare che è questa una fase sperimentale e temporanea e sicuramente sarà migliorata andando incontro alle esigenze di tutti. Lo avevamo annunciato già che non sarebbe stato completo il numero  degli ambulanti sul plateatico della piazza, per consentire una migliore organizzazione con le forniture e con il calendario in sintonia con i mercati di altri comuni del territorio. Intanto – conclude la vicesindaca Bianco – stiamo lavorando anche alla progressiva organizzazione dei mercati rionali, in funzione delle attività che potranno ripartire in rispetto delle norme di Governo”.

Bianchi invece dal canto suo chiede alla sindaca una seria condivisione delle scelte di pianificazione della fase 2 dell’emergenza Covid 19 con tutte le forze politiche consiliari aprendosi al confronto ed al contributo dei consiglieri e delle associazioni nelle apposite sedi istituzionali e non solo con alcuni eletti e non, nel favore delle tenebre.

“Nella perdurante deprecabile ossessione di autosufficienza – scrive Bianchi -, ieri la montagna ha partorito un topolino: un mercato calato in uno scenario da deserto lunare delineato in una ordinanza sindacale male impostata e emanata in grande ritardo da una gestione affatto oculata anzi approssimativa che non ha saputo nemmeno rispettare il termine di cui all’art.6, coma 4, lettera f del Codice della Strada il quale prevede che l’ente proprietario della strada, nel disporre con ordinanza i divieti, dispone la segnaletica almeno 48 ore prima, in mancanza di tale osservanza il divieto è nullo. Per cui lo scenario di oggi è stato costruito, almeno per l’aspetto della circolazione dei veicoli, su un presupposto di nullità sulla scorta del quale, i cittadini avrebbero ben potuto disattendere il divieto di accesso in Piazza Garibaldi”.

“L’evidenza – conclude Bianchi – porta a ritenere quanto mai necessario riaprire immediatamente la circolazione veicolare sull’anello di Piazza Garibaldi consentendo provvisoriamente la sosta con sospensione del parcheggio a pagamento nei giorni in cui il mercato limitato ai beni alimentari è stato consentito. A meno che con l’indirizzo politico/amministrativo dato non si desideri approfittare dell’emergenza Covid 19 per soffocare il centro storico ed i negozi di prossimità in favore delle catene commerciali servite invece già da parcheggi gratuiti mortificando, conseguentemente, i benefici effetti di riapertura dell’attività mercatale disposta con ordinanza del presidente di Regione Abruzzo Marsilio”.

S.M.

9 Commenti su "Nuovo Mercato, Bianco: “Inizio incoraggiante”, Bianchi “fallimento”"

  1. Inizio incoraggiante? E quello sarebbe un mercato? Povera Sulmona!

  2. state ammazzando Sulmona, vergognatevi. a Padova hanno riaperto i mercati 1 mese fa. VERGOGNATEVI

  3. Il titolo dell’articolo la dice tutta : Nuovo Mercato, Bianco: “Inizio incoraggiante”, Bianchi “fallimento”

  4. ma che davero | 5 Maggio 2020 at 19:48 | Rispondi

    di incoraggiante c’è solo il fatto che presto ve ne andrete a casa

  5. Invece secondo me di incoraggiante c’è solo il fatto che la Bianco a fine mese prende lo stipendio,ma la categoria dei commercianti di piazza Garibaldi,in mano a questi organizzatori,chiamata da qualcuno task force, andranno tutti a dormire sotto i ponti.

  6. Bianco non posso dirti dove andare perché passibile di denuncia …e quali ambulanti avresti sentito ? 6 bancarelle della marsica che forse hanno fatto l’incasso per l’autostrada e che cmq non spenderanno denaro in zona e i commercianti fissi della piazza a braccia conserte….dovete vivere male il resto della vostra vita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*