Oncologia senza medico, il Tdm chiama i carabinieri

Manca il medico nel reparto di oncologia dell’ospedale di Sulmona, così il Tribunale per i diritti del Malato ha chiesto l’intervento dei carabinieri per denunciare la situazione di interruzione di pubblico servizio. A denunciare l’accaduto è stata la coordinatrice del Tdm Catia Puglielli. La disavventura era stata ampiamente preannunciata ed è dovuta al mancato rinnovo del medico assegnato al quale il contratto è scaduto lo scorso 28 febbraio, mentre l’altra dottoressa assegnata è in maternità. Grandissimo disagio per gli utenti rimasti invano ad aspettare per ora in sala d’attesa. Puglielli per conto del Tribunale per i diritti del Malato ha interessato dell’accaduto la sindaca Annamaria Casini che è la massima autorità sanitaria sul territorio comunale e il prefetto dell’Aquila e tutte le autorità competenti. “Questa mattina manca il medico, nonostante ci sono persone in attesa di fare la propria terapia – ha dichiarato Puglielli –, chiaramente non sono un’autorità di pubblica sicurezza, il mio dovere era quello di chiamare chi di dovere ma non ho ricevuto risposta”.

1 Commento su "Oncologia senza medico, il Tdm chiama i carabinieri"

  1. Tanti tanti complimenti Sig.ra Puglielli x l’enorme lavoro che svolge….fossero tutti come lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*