Operato in 3D: l’impresa chirurgica sul piccolo Spiderman

Lo chiameremo Spiderman, perché è un minore e perché il dramma della sua vita è iniziato proprio imitando Peter Parker: un salto dalla sedia a quattro anni nella sua casa di Sulmona per emulare le gesta dell’Uomo Ragno. Un gioco che gli costò una brutta frattura al gomito, risolta solo ora, dopo quasi tredici anni, con un’operazione pionieristica, almeno in Italia, che ha visto un computer con tecnica 3D raddrizzargli quell’arto che, nel corso del tempo, aveva perso forma e funzionalità.


Il giovane, diciassette anni a novembre, da poche settimane ha ricominciato una nuova vita: “Ha cominciato a nuotare come fanno tutti gli altri, a scrivere e ad afferrare oggetti, ad abbottonarsi una camicia autonomamente – racconta la madre -. Si è sottoposto a tre operazioni, a interminabili quanto inefficaci terapie fisioterapiche e soprattutto ad una pressione psicologica che in età adolescenziale è risultata pesantissima”. Poi, qualche mese fa, la svolta all’ospedale Rizzoli di Bologna, dove in verità la famiglia si era rivolta sin dall’inizio, per poi girare mezza Italia.
Dopo la frattura la cartilagine dell’articolazione, in pratica, non era cresciuta in modo ordinario, ma con una deformità per cui il braccio destro del ragazzo era ruotato di 60 gradi rispetto al normale.


“Ogni più semplice e quotidiana operazione, anche solo afferrare un bicchiere d’acqua, era difficile – continua la madre del ragazzo – avevamo perso le speranze, fin quando il Rizzoli ci ha proposto di tentare questa strada mai tentata prima”.
L’operazione si è avvalsa di una tecnica innovativa sviluppata dalla start up biomedicale E-lisa. Eseguite tac sul gomito da operare e sull’altro, con il supporto di un modello informatico, sono stati asportati pezzetti di tessuto dall’osso, calcolati per arrivare alla possibilità di ruotare l’omero di circa sessanta gradi, per ripristinarne la normale anatomia.
Un intervento di fatto eseguito da un computer e progettato da un’equipe diretta dal professor Roberto Rotini a cui il nostro Spiderman ha porto dopo l’operazione il gomito: mai tanto il saluto in tempo di Covid è stato così azzeccato.

Commenta per primo! "Operato in 3D: l’impresa chirurgica sul piccolo Spiderman"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*