Pacentro, la Bper chiude la sua filiale

Il repertorio è sempre lo stesso, piccoli paesi dell’entroterra che nel tempo perdono i loro pezzi, gli uffici, i servizi, le filiali di banca come nel caso di Pacentro dove la Bper ha deciso di chiudere il suo spazio.

Ovviamente sempre nella solita logica di una riorganizzazione a livello nazionale che, si sa, depenna le filiali in cui, complice probabilmente anche il ridotto numero di abitanti e, quindi, di potenziali clienti.

“Questa notizia ci lascia assolutamente perplessi – scrive l’amministrazione guidata dal sindaco Guido Angelilli -, soprattutto rispetto al metodo utilizzato, vale a dire senza alcuna concertazione o comunicazione ufficiale” è il rammarico. Tuttavia la stessa si è attivata: “Stiamo lavorando infatti a vari livelli, cercando soluzioni per eliminare o almeno per ridurre al minimo il disservizio che tale evento potrà provocare”.

“L’obiettivo – spiega il sindaco – è preservare il servizio alla comunità, anche trovando delle forme più leggere di apertura anche se non so se riusciremo, è tutto in itinere. Le comunità come la mia vengono continuamente penalizzate. Per Pacentro, che dopo anni sta cercando di rialzare la testa, questo non è un segnale di incoraggiamento. La cosa più imbarazzante – prosegue Angelilli – è che io non ho avuto alcuna comunicazione, si poteva concertare anche una uscita più morbida, d’altronde anche il Comune è cliente della Bper”.

1 Commento su "Pacentro, la Bper chiude la sua filiale"

  1. Carlo giampietro | 23 Aprile 2020 at 15:01 | Rispondi

    Un sciocco a sentire questa notizia la banca e la cosa più importante per la communita non c’è stato un avviso in anticipo però spero che la posta si incarica per la communita altrimenti resta solo un po’ dove andare questo è Sulmona !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*