Pasquetta No Snam, musica e attivismo in difesa del territorio

Una giornata di convivialità e festa, senza dimenticare l’attivismo ambientale che da più di tre anni contraddistingue il Collettivo Studentesco Sulmona e AltreMenti Valle Peligna. È questo il condensato della Pasquetta No Snam, evento organizzato dai due collettivi e dal coordinamento No Hub del Gas Abruzzo. La giornata si è svolta in località Case Pente, fra Sulmona e Pacentro, di fianco ai terreni dove la Snam vuole realizzare la centrale di compressione a gas, struttura facente parte del più ampio progetto denominato gasdotto Rete Adriatica.

In mattinata i giovani hanno raggiunto Case Pente in corteo, partendo da via Montesanto, giunti sul terreno hanno tenuto un’assemblea dove sono intervenuti Mario Pizzola dei Comitati Cittadini per l’Ambiente che da undici anni portano avanti la lotta contro il gasdotto e la centrale Snam e Riccardo Vaccaro dei Discoli del Sinarca, che a Guglionesi in Molise, si oppongono alla costruzione di un altro gasdotto, il Larino – Chieti. Poi è stata la volta della musica e del divertimento con gli Anarcotic Bureau, i Tazebao e i Messaggeri della Zona fino a quando non è arrivata la pioggia a chiudere le danze.

Intanto sul fronte amministrativo, sulla centrale già autorizzata dal governo Gentiloni pende un ricorso al Tar fatto dal Comune di Sulmona e dai comitati, mentre sempre per quanto riguarda la centrale, Snam ha richiesto l’Aia – Autorizzazione Integrata Ambientale, al ministero dell’Ambiente. Nei giorni scorsi infine, c’è stato un incontro a Roma fra la sindaca Casini e il capo della segreteria tecnica del ministro Costa, dove si è parlato dell’opera che Snam vuole realizzare a Sulmona.

6 Commenti su "Pasquetta No Snam, musica e attivismo in difesa del territorio"

  1. verde ma non troppo | 23 Aprile 2019 at 10:31 am | Rispondi

    L’impianto audio è stato alimentato con energie rinnovabili o con un banale gruppo elettrogeno alimentato a gasolio/benzina?

  2. Verde ma non troppo, prossima volta ti facciamo trovare una siclette a dinamo per alimentare l’evento. Inizia ad allenarti, ci sarà da pedalare

  3. Verde ma non troppo | 23 Aprile 2019 at 3:27 pm | Rispondi

    Va bene per la ciclette almeno predico e razzolo bene. Si parla di anticapitalismo, bene immagino che tutti siate dotati di carretto e cavallo come mezzo di trasporto, che non avete smartphone e che non utilizzate internet o Facebook per la divulgazione delle vostre idee.

    • Bread and Roses | 24 Aprile 2019 at 3:43 pm | Rispondi

      Battute sentite e risentite. Se e quando cercherà un confronto più profondo e autentico, e le interessasse anche dare una mano per provare, insieme, a rendere un po’ più giusto il mondo che abitiamo, immagino saprà dove trovarci. Per cominciare, potrebbe partecipare di persona a qualcuna delle nostre iniziative pubbliche, piuttosto che starsene seduto dietro a una tastiera.

      • Giusto per far capire cosa ci aspetta o meglio ci provo; sono stato x motivi di lavoro in basilicata stando li vedevo un via vai di camion ,ruspe a non finire , poi e iniziato quello che io chiamo la devastazione , immagginate un tappeto largo 30 metri e lungo a non finire ,li quando ero arrivato cerano alberi, verde ecc ecc dopo cera solo terra spianata . poi le ruspe scavano un solco nel mezzo, credo largo 4 metri profondo 3 metri e lungo questo solco vengono depositati pezzi di tubi per tutto il percorso , sono tornato a sulmona raccontando cosa avevo visto … ma della gente rispondeva a caxxo come “verde ma non troppo” Brend and Roses io sono con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*