“Pensavo fosse un muro”: si “costituisce” dopo aver visto il video

Si è costituito, spinto dal rimorso, il conducente della Grand Cherokee che nella notte tra mercoledì e giovedì è salito sopra un auto in sosta in via De Matteis, fuggendo subito dopo. Decisivo, secondo quanto trapelato, proprio l’articolo e le riprese delle videocamere di sorveglianza diramate dalla nostra testata. Il conducente della Grand Cherokee avrebbe ricevuto il video da un amico, e ciò l’avrebbe spronato a tornare sul luogo dell’incidente per porre rimedio, dato che l’uomo pensava inizialmente di aver impattato contro un muro, e non addosso all’auto in sosta. Una storia di redenzione, insomma.

L’uomo si è presentato nel pomeriggio di ieri in un’attività commerciale in via De Matteis, chiedendo informazioni sul proprietario della Volkswagen Passat colpita. I due si sono chiariti, andando a firmare il cid dalle rispettive assicurazioni.

Un lieto fine, soprattutto per il proprietario dell’auto incidentata che ha rischiato di pagare di tasca propria la riparazione dei danni.

5 Commenti su "“Pensavo fosse un muro”: si “costituisce” dopo aver visto il video"

  1. Più che pentito ha capito che l’avrebbero preso. Poi scambiare il muro con il passare sopra una macchina ci passa. Se era un muro ci si sarebbe piantato.

  2. salsicciotto | 5 Marzo 2023 at 01:28 | Rispondi

    tutto è bene quel che finisce bene .

  3. Una storia a lieto fine

  4. pensavo fosse amore…..invece era un calesse.

  5. Rocambolesco incidente per fortuna senza feriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*