Personale contagiato e carente: chiude l’Utic

Tra contagiati e trasferimenti chiude nei fatti l’Utic dell’ospedale Annunziata di Sulmona, quella che secondo il Piano sanitario doveva essere una delle eccellenze d’Abruzzo. Lo hanno deciso i vertici della Asl che con un ordine di servizio hanno stabilito che nel reparto di Sulmona, dove è risultato tra l’altro positivo il responsabile, resteranno solo due posti letto per stabilizzare i pazienti e trasferirli ad Avezzano e L’Aquila. All’Utic nei fatti sono rimasti in servizio sette medici che oltre Sulmona devono assicurare il servizio per dodici ore a Castel di Sangro, la caposala, sei infermieri e due operatori sanitari: una squadra troppo esigua, in sostanza, per garantire il regolare servizio dell’unità di terapia intensiva cardiologica, tanto da dover chiudere nei fatti i battenti limitando gli interventi alle sole stabilizzazioni dei pazienti gravi.

Contestualmente il manager Roberto Testa e la direttrice sanitaria Sabrina Cicogna hanno disposto il trasferimento di due medici da Chirurgia e Medicina e due da Oculistica (dove sarà assicurata solo l’emergenza) in supporto del Pronto soccorso per affiancare il personale che dovrà occuparsi dell’area Covid.

In attesa di “reperire in tempo reale”, recita proprio così, sei infermieri e quattro operatori sanitari per completare la squadra Covid che dovrà essere composta da dodici infermieri e nove operatori sanitari.

Intanto dopo le denunce degli interni, l’ala Covid dell’Annunziata, nella quale sono conclusi i trasferimenti dei pazienti per un totale di diciannove posti letto a disposizione, sono stati allestiti i percorsi sporco/pulito, separate le ascensori e interdetto l’accesso dalla scale all’ultimo piano; ripristinando di fatto un minimo di sicurezza per degenti e operatori.

1 Commento su "Personale contagiato e carente: chiude l’Utic"

  1. K dire……cari compagni di questa guerra…….teniamoci riservato il cuore….xk se nn è per il covid, ci ammaleremo x lui (senza pensare al peggio)😫

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*