Pezzi di intonaco giù nell’economato. Ipotesi Palazzo Manara come sede provvisoria del Comune

Poteva andare decisamente peggio all’impiegato dell’ufficio economato, dove questa mattina sono stati rinvenuti dagli addetti alle pulizie pezzi di intonaco venuti giù nella notte dal soffitto. Probabilmente l’intonaco, che comunque è di vecchia data, è venuto giù a causa delle infiltrazioni all’interno delle pareti negli ultimi anni. Fortunatamente l’episodio è capitato la notte scorsa, con l’ufficio vuoto.

Palazzo San Francesco rimane in attesa dei lavori di messa in sicurezza, per i quali sono stati stanziati un milione e settecentomila euro. Somma, in parte, arrivata e dal premio assicurativo che avrebbe dovuto permettere la messa in sicurezza di palazzo Pretorio. Al momento, però, il finanziamento per intervenire sulla struttura non è più sufficiente, dato l’aumento dei costi del materiale da costruzione. Infatti l’inflazione ha pesantemente colpito il settore edile. Ecco, dunque, che una somma stanziata due anni fa non è più sufficiente per lavori che devono ancora partire.

A ciò, inoltre, si aggiungono costi stimati di circa centomila euro (se non il doppio) per il trasloco che bisognerà fare una volta iniziati i lavori sullo stabile. Soldi che a bilancio, al momento, non sono ancora stati messi.

“Non possiamo spostare il Comune e chiuderlo – spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Franco Casciani -. Ci deve essere un periodo di convivenza tra la nuova sede momentanea e la vecchia sede, prima di chiuderla completamente per i lavori. Inoltre, cablaggio, reti internet e quant’altro dovranno essere già operativi il primo giorno di trasloco, altrimenti vi sarebbe un’interruzione di pubblico servizio che non possiamo permetterci”.

In attesa di capire quando far partire i lavori di messa in sicurezza di Palazzo San Francesco è stata individuata la possibile sede che ospiterà gli uffici comunali e quelli che al momento si trovano presso la Caserma Pace (che a dicembre tornerà al demanio). Si tratta di Palazzo Manara, ex sede del liceo scientifico “Fermi”, nei pressi della Villa Comunale. “Stiamo lavorando sulle planimetrie – aggiunge Casciani – entro dicembre sposteremo lì servizi tecnici e gli uffici a pian terreno di Palazzo San Francesco”.

Inoltre Casciani ha annunciato che tra martedì e mercoledì prossimo verrà indetta una conferenza stampa, nel quale si tireranno le somme di questi dieci mesi. SI metteranno sul tavolo le opere svolte: dai lavori pubblici alle scuole, passando per i progetti futuri. “Tutti si può fare – conclude Casciani – ma si deve decidere con quali soldi”.

2 Commenti su "Pezzi di intonaco giù nell’economato. Ipotesi Palazzo Manara come sede provvisoria del Comune"

  1. Luigi Gagliardi | 8 Settembre 2022 at 16:39 | Rispondi

    Io ho un terreno libero, se volete ci potete costruire a sorpresa una nuova sede sopra, vi prometto che non vi faccio causa! 😂

  2. luciano mininni | 8 Settembre 2022 at 17:55 | Rispondi

    Non sarebbe male approfittare dell’occasione per spostare gli uffici comunali in una zona facilmente raggiungibile in auto e magari dotata di ampio parcheggio, invece di lasciarlo in mezzo ai vicoli che uno che non può camminare ha problemi seri per andarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*