“Più prevenzione e meno repressione”, ripristinato pattugliamento alle frazioni

La multa come extrema ratio e maggior attenzione anche al decoro urbano. Sono questi i precetti con i quali è iniziato il nuovo corso dei vigili urbani di Sulmona sotto il comando di Massimiliano Giancaterino che ha sostituito Leonardo Mercurio, destinato al comando di Scafa. Certo, poi esistono situazioni in cui sfuggire dalla sanzione è impossibile. Tra queste vi è il parcheggio selvaggio a viale Costanza, segnalato proprio da un residente, che nella giornata di ieri ha fatto scattare 5 multe per parcheggio in divieto di sosta con una delle auto che ingombrava in parte un incrocio per l’accesso a un piazzale condominiale.

“L’intenzione è quella di educare e sensibilizzare il cittadino – ha spiegato Giancaterino – A nessuno fa piacere fare delle multe, soprattutto a noi. Ho raccomandato al personale di fare maggiore prevenzione e meno repressione. Non voglio far passare l’idea che sia arrivato un nuovo sceriffo in città, ecco perché prima di emettere il verbale bisogna pensarci bene. Bisogna tenere in considerazione diversi fattori, anche il periodo storico che stiamo vivendo a livello economico, in cui una multa è sicuramente un peso in più”.

“Ho chiesto di ripristinare il pattugliamento delle frazioni – prosegue Giancaterino -ma non teniamo d’occhio solamente la circolazione stradale. Ho raccomandato agli agenti anche di prestare attenzione al decoro urbano, e cioè attenzione alle microdiscariche e rifiuti abbandonati lungo la strada. Una volta che il personale segnala la presenza di immondizia il Cogesa si adopera subito per rimuoverla. Se poi dovessero esserci indizi per risalire all’autore del fatto verranno presi in considerazione per sanzionarlo. Ripeto, però, che l’obiettivo è far capire al cittadino i motivi per i quali scattano le sanzioni. La multa deve essere l’extrema ratio”.

12 Commenti su "“Più prevenzione e meno repressione”, ripristinato pattugliamento alle frazioni"

  1. E i terreni incolti in area urbana residenziale? Quando provvediamo con le multe??? Vogliamo risposte

  2. Parole sensate e razionali !
    Grazie e benvenuto comandante.

  3. Quando vi decidete a far rimuovere le autovetture
    abbandonate dai parcheggi pubblici?
    Nel parcheggio di viale delle Metamorfosi incrocio via Terenzio risultano abbandonate una alfa 166 grigia da oltre un anno e una carcassa di roulotte senza targa da circa 5 anni.
    E meno male che l’area interessata è una delle aree di raccolta scelte dalla protezione civile in caso di calamità!

    • Vogliamo parlare del camper parcheggiato da anni al parcheggio miramonti tra conad e lidl? Oppure del Volkswagen parcheggiato lungo la discesa di porta romana con l’erbetta tra le ruote?

  4. La Corte dei Conti la pensa diversamente. Se un pubblico ufficiale si trova difronte ad un fatto che costituisce contravvenzione il verbale va elevato. Altrimenti è danno erariale.
    E per il giudice penale può essere anche omissione atti d’ufficio.

    Altro che estrema ratio.

    Cmq promosso con pieni voti, visto l’impegno a contrastare il rifiuto selvaggio.
    Magari qualche servizio in borghese per incastrare sti quattro porci maledetti che continuano ad insozzare

  5. Le multe fatte in Viale Costanza le potevano risparmiare. 5 macchine multate parcheggiate sotto la propria abitazione come ogni giorno senza creare eccessivo disagio, almeno non tutte e 5.

  6. In viale stazione le auto parcheggiate perennemente sui marciapiedi? Ne vogliamo parlare? Parlo da viaggiatore e fruitore giornaliero del treno.

  7. Le premesse sono buone…. speriamo.
    Al decoro urbano aggiungerei anche le deiezioni dei cani…ormai bisogna guardare dove si cammina piuttosto che osservare i monumenti

  8. Bravo COMANDANTE, avanti così. Anni di incuria e di inciviltà dilagante hanno riportato Sulmona parecchio indietro negli anni.

  9. Cominciamo anche a fare le multe a sti zozzoni e vandali dei ragazzi che sporcano e rompono gli arredi pubblici. Stasera hanno anche rotto la fontanella della villa comunale!!

  10. Un vigile in pianta stabile in via Cavour e nel giro di un mese riasfaltiamo tutte le strade di Sulmona. In tanti, provenienti dalla circonvallazione occidentale, percorrono quella strada contro mano per immettersi in viale Roosevelt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*