Polizia locale, sindacati prossimi allo sciopero

Le organizzazioni sindacali Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Csa-Ral, dopo la protesta inscenata ieri davanti il palazzo del Comune dove sono state affisse le bandiere sindacali in segno di protesta, sono pronte a dichiarare lo sciopero dei lavoratori della Polizia Locale. I motivi che hanno indotto le organizzazioni sindacali alla protesta sono: il mancato pagamento del salario accessorio per le prestazioni svolte in turnazione, in reperibilità ed in servizi esterni e per il mancato aggiornamento del DVR e l’insicurezza dei luoghi di lavoro.

Altre motivazioni riguardano nello specifico i sette nuovi agenti di Polizia Locale che non sono ancora in possesso della patente di servizio (circostanza questa che obbliga i loro colleghi a dover obbligatoriamente guidare l’autovettura durante il servizio o nell’espletamento dei TSO, spesso notturni, senza possibilità di poter dare loro un cambio), inoltre questi sono sprovvisti di validi tesserini di riconoscimento, non hanno ancora proceduto alla effettuazione delle lezioni di tiro e ad oggi non sono ancora in possesso di uniformi.

Se non ci sarà una presa in carico delle loro richieste, entro ottobre le organizzazioni sindacali e i lavoratori della Polizia Locale entreranno in sciopero come annunciato dai rappresentanti sindacali Anthony Pasqualone segretario provinciale Fp–Cgil, Michele Tosches segretario regionale Cisl-Fp, Nicola Cieri responsabile territoriale Uil – Fpl e Walter Falzani, coordinatore regionale Csa.

Commenta per primo! "Polizia locale, sindacati prossimi allo sciopero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*