Polizia locale, Tirabassi caccia le carte: “Ecco la diffida”

“L’ennesimo goffo tentativo di mascherare la realtà dei fatti”: il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Mauro Tirabassi, caccia le carte per smentire la difesa della sindaca Casini sulla vicenda della diffida sul regolamento della polizia municipale.
Due lettere inviate dalla Regione ai sindaci abruzzesi, una del 13 febbraio e l’altra del 7 novembre del 2019, nelle quali si diffidano formalmente i Comuni ad adeguarsi entro 180 giorni alla legge regionale e dove si sottolinea che i decreti attuativi – motivo per il quale il Comune non avrebbe dato seguito al nuovo regolamento – sono stati in realtà approvati il 1 febbraio dello scorso anno con delibera di giunta (la numero 85/19) e soprattutto dove si avverte che “la presente diffida vale ai fini della esclusione da ogni forma di contribuzione regionale prevista per la polizia locale e la sicurezza urbana – si legge nella nota della Regione – oltre che da ogni forma di servizio erogato dalla Regione in attuazione della presente legge in attuazione della medesima legge regionale”.


“La DGR 292 del 25 maggio 2020 della Regione, cui lo stesso sindaco fa riferimento – spiega Tirabassi -, riguarda l’attivazione di una polizza assicurativa stipulata dalla stessa Regione a tutela di tutti gli addetti di polizia locale che operano sul territorio regionale per il periodo di emergenza Covid. Non si tratta, come vuol far credere il sindaco, di contributi erogati a favore del Comune di Sulmona”.
Tutto per ribadire il principio secondo cui al vertice del Corpo della Municipale dovrebbe esserci un dirigente e di conseguenza che il Comune di Sulmona dovrebbe fare un concorso per reperirlo.
“Pensasse il sindaco Casini a ripristinare la conformità del regolamento comunale ai dettati della normativa regionale attualmente vigente – conclude Tirabassi – piuttosto che arrabattarsi per difendere situazioni indifendibili”.

1 Commento su "Polizia locale, Tirabassi caccia le carte: “Ecco la diffida”"

  1. francescovalentini1935 | 21 Ottobre 2020 at 22:05 | Rispondi

    Con questa Amministrazione che insiste nel voler arrivare alla fine della sua Sindacatura non affrontando i problemi,prepariamo i cittadini all’idea che dovremo affrontare altri debiti fuori bilancio:paese di Bengodi a meno che le recenti nomine non ristabiliscano la legalita’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*