Provincia, approvata la convenzione per Banda Ultra Larga

Il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ha approvato lo schema di convenzione per la realizzazione delle infrastrutture in banda ultra larga per i comuni dell’aquilano. La società incaricata di effettuare i lavori sulle strade della Provincia è la Infratel Italia S.p.a., con sede legale a Roma. L’Azione rientra nel progetto dell’ Agenda Digitale della Regione Abruzzo che delinea le priorità strategiche negli ambiti dello sviluppo delle Infrastrutture Digitalidella Cittadinanza Digitaledell’Inclusione Digitaledella Crescita DigitaledellIntelligenza diffusa e della Salute Digitale. I comuni interessati dai lavori per il passaggio della banda ultra larga, già ascoltati in altre riunioni, sono oltre 37 e hanno ribadito la necessità, di condividere, con gli enti attuatori, le modalità esecutive del progetto ritenendo, l’iniziativa, indispensabile per una crescita economica e sociale delle popolazioni residenti nelle aree interne.

L’intera rete infrastrutturale, che rimarrà opera pubblica di proprietà della Regione Abruzzo, sarà realizzata e gestita per i prossimi 20 anni dall’Open Fiber con sede a Romasocietà che ha, tra l’altro, realizzato la rete interamente in fibra ottica con banda ultra larga in numerose città italiane quali Bari, Napoli, Milano, Torino, per citarne alcune. Il presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso, ha ribadito l’importanza dell’intervento, condizione indispensabile e fondamentale per la modernizzazione e adeguamento infrastrutturale delle aree interne della Provincia dell’Aquila, strumento indispensabile e necessario per favorire ed equilibrare lo sviluppo economico e sociale di un territorio ancora da potenziare e valorizzare.

I comuni interessati ai lavori per il passaggio della banda larga sulle strade provinciali saranno i seguenti: Scoppito, Lucoli, Tornimparte, Montereale, Cagnano Amiterno, Pizzoli, Rocca Di Mezzo, Barisciano, S. Demetrio Ne’ Vestini, Capistrello, Castellafiume, Massa D’Albe, Magliano De’ Marsi, Scurcola Marsicana, San Vincenzo Valle Roveto, Balsorano, Carsoli, Ovindoli, Civitella Roveto, Canistro, Gioia Dei Marsi, Lecce Ne’ Marsi, Sante Marie, Collelongo, Bugnara, Introdacqua, Pacentro, Prezza, Pettorano Sul Gizio, Pratola Peligna, Castelvecchio Subequo, Ateleta, Pescocostanzo, Roccaraso, Scanno, Luco Dei Marsi, Trasacco.

Proprio nella giornata di ieri, era stata annunciata la seduta del consiglio comunale di Introdacqua che avrà come tema all’ordine del giorno, la moratoria che chiede l’immediato stop della sperimentazione del 5G.

S.M.

1 Commento su "Provincia, approvata la convenzione per Banda Ultra Larga"

  1. Il comunicato parla di mero attraversamento sulle strade di pertinenza provinciale – la realizzazione di una dorsale – che è tutt’altra cosa che avere la fibra in casa, che sarà il passaggio più difficile da attuare per convenienza economica da parte dei provider.
    Quindi bene la ratifica della convenzione, ma è un bene anche evitare proclami e facili prospettive future.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*