Provvedimenti per le scuole e classi decimate in presenza. Ancora contagi a tre cifre

La curva dei contagi pare ormai essersi assestata dopo queste prime tre settimane del 2022, ma i nuovi positivi rimangono comunque alti nel Centro Abruzzo. Il referto dei casi registrati nelle ultime 24 ore riporta 170 contagi, uno in meno rispetto al bollettino di ieri.

Segnali parzialmente confortanti, ma non dalle scuole dove si registrano altri provvedimenti che fanno salire a 55 il numero di classi in quarantena sul territorio peligno-sangrino. A ciò si aggiungono anche le segnalazioni che giungono dagli studenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio, dove per attivare la didattica a distanza è necessario il contagio di tre studenti all’interno della stessa sezione. Molte aule, però, sono semideserte con gruppi di tre, quattro o cinque studenti tra i banchi e i compagni a casa. Questo perché c’è chi in via precauzionale, a causa di un contatto stretto con un positivo, viene tenuto in sorveglianza. A volte, invece, il motivo deriva dalla mancata vaccinazione di alcuni ragazzi, per i quali è disposta la didattica a distanza qualora dovessero esserci almeno due contagi nella propria sezione.

Tra i nuovi casi Sulmona rimane maglia nera con 59 contagi, seguita da Castel di Sangro (36) e Pratola Peligna (15). Numeri più contenuti a Pescasseroli, Roccaraso e Scanno con 6 contagi a testa, uno in più di Pescocostanzo (5). A far da cornice i Comuni interessati in modo più lieve dal virus: 4 contagi a Corfino e Raiano, 3 a Bugnara, Introdacqua, Pacentro e Barrea. Nuovi casi anche a Vittorito (2), Gagliano Aterno (2), Molina Aterno (2), Scontrone (2), Alfedena (2), Secinaro (1), Pettorano sul Gizio (1), Opi (1), Rivisondoli (1), Ateleta (1), Villetta Barrea (1) e Castelvecchio Subequo (1).

Commenta per primo! "Provvedimenti per le scuole e classi decimate in presenza. Ancora contagi a tre cifre"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*