Ramunno: “Basta caos comunicativo. Lavoriamo per il territorio”

Il consigliere comunale e provinciale sulmonese Andrea Ramunno chiede di smetterla con il caos comunicativo che si è generato in questi giorni in città. “In particolare – secondo Ramunno – si registra ancora nella giornata di oggi il tentativo della Asl che in una lettera diffusa dagli organi di stampa dispone in maniera poco chiara di trattare casi Covid presso l’Ospedale Santissima Annunziata. Sottolineo il fatto che, nessuno vuole respingere malati o mettere in pericolo la vita dei pazienti ma Sulmona ha già contribuito alla causa ospitando pazienti pur non essendo ospedale Covid e dovendo mettere in atto misure improvvise che solo grazie alla professionalità di tutti gli operatori sanitari del presidio ospedaliero di Sulmona hanno evitato il propagarsi del contagio. Abbiamo già dei centri Covid regionali, individuati in base alla rete ospedaliera e in base alle caratteristiche di ogni ospedale, utilizziamo quella.

“La situazione San Raffaele – continua Ramunno – va governata e circoscritta a quel perimetro con cure ed esami diagnostici che vanno eseguiti nella struttura per quanto possibile, evitando che errori già commessi possano essere ripetuti con la propagazione ad altri operatori.
Mi rivolgo in particolare a chi è vicino agli organi di governo che stanno gestendo questa emergenza. Chi non ha fatto sentire la propria voce, lo faccia ora e non per contrastare politicamente gli avversari, non è questo il momento. Chi ha scelto di stare in partiti di governo come Lega e Fratelli d’Italia, li utilizzi come canali privilegiati per comunicare con chi decide e non soltanto per fare comunicati su ricette fantasiose su come affrontare l’emergenza. Lo faccia per gli operatori sanitari e per le decine di famiglie, mettendo da parte gli ordini di scuderia e le appartenenze politiche, lavoriamo per Sulmona e il comprensorio che rischia di pagare un prezzo più alto”.

7 Commenti su "Ramunno: “Basta caos comunicativo. Lavoriamo per il territorio”"

  1. Perché’ non lo chiede alla sua consigliera regionale Scioccia che siede in maggioranza ????
    Chi meglio di lei può spiegare la situazione

  2. Un co………ne !

  3. Voi non siete da meno! Giudicate in modo reprovevole, volgare, perché non facenti parte della loro categoria politica? In un momento come questo dove si muore , si lotta, si soffre, voi che sapete fare….

  4. Niente da fare. Chi aveva riposto in questi ragazzi una speranza di rottura col passato è rimasto deluso. Sono più retorici dei vecchi politici, non hanno un’idea, uno slancio utile alla collettività e, sospetto, anche se ce l’avessero, non saprebbero esprimerlo.
    Devo ritenere che il virgolettato sia riportato fedelmente, nel qual caso il livello della sintassi del comunicato di questo Ramunno è da primi anni di scuola primaria.
    Non è un problema solo formale: nella comunicazione dei contenuti il linguaggio è veicolo essenziale e sostanziale, a maggior ragione se vuoi fare politica.

  5. Sempre meno giorni ci dividono dalle prossime elezioni. Sarà quello il momento per mandarli a casa.

  6. l’unico vero caos in questa città siete voi che rappresentate la politica Sulmonese grazie a Gerosolimo e Di Masci a proposito che fine ha fatto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*