Riforma Consorzi di bonifica. Udc e centrosinistra contro la Giunta

Dichiara battaglia l’opposizione in consiglio regionale sul tentativo di riforma dei Consorzi di bonifica da parte della Regione. La consigliera peligna dell’Udc Scoccia, archiviata la pratica dei ricorsi elettorali, si dichiara favorevole ad una riforma dei consorzi, ma si mette di traverso a quella avanzata dalla Giunta attraverso il vice presidente Imprudente senza concertazione con le associazioni di categoria né con presidenti o commissari dei consorzi.

Secondo Scoccia, questo è il maldestro tentativo della Lega, bisognosa di poltrone, di commissariare gli enti, il problema è che lo fa nella maniera sbagliando, soprattutto aumentando i costi di gestione dei Consorzi che attualmente non ricevono fondi dalla Regione, ma si reggono soltanto sulle imposte. Questo spiega Scoccia, alla fine di tutta la vicenda si ripercuoterà sugli agricoltori che si vedranno aumentate le imposte. “Mi auguro – conclude Scoccia- che imprudente voglia costruire un dialogo con tutti quelli contrari a questa riforma, che ci tengo a ribadire è una riforma necessaria e importante che serve ai Consorzi di bonifica”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il centrosinistra che oggi in conferenza stampa ha ribadito il suo netto no alla riforma. “La riforma dei consorzi di bonifica della giunta Marsilio non solo è priva di un’impostazione organica e sistematica ma mina anche l’autonomia di questi organi e ne aumenta, a dispetto dei proclami, i costi di funzionamento” è quanto hanno dichiarato stamane in Regione Silvio Paolucci, Dino Pepe, Giovanni Legnini e Americo Di Benedetto.

S.M.

3 Commenti su "Riforma Consorzi di bonifica. Udc e centrosinistra contro la Giunta"

  1. sentire la Scoccia parlare di poltrone E’ stupendo! a mio parere L UDC e’ forse la corrente poi poltornista degli ultimi 30 anni ! alle prossime elezioni spero spariscano

  2. Hanno messo mano ovunque e parlano di poltorne???? ma che faccia avete ? L UDC e’ davvero patetico

  3. Mah, chissà perché tutto questo interesse sui consorzi di bonifica…. forse dobbiamo leggerci fra le righe rinnovi di contratto al direttore per ulteriori 5 anni alla modica cifra di € 126.280/anno, che rischierebbero di saltare e di conseguenza farebbero saltare gli appoggi politici ed elettorali e di conseguenza si agisce tirando fuori il ricatto dell’arma della caduta della giunta???

    Bella la battuta della Scoccia con la favoletta dell’aumento delle imposte per i contribuenti, ma questo non è il trasformismo politico che si manifesta apertamente ed avanza inesorabile e di cui parlavamo in un precedente articolo?

    Inutile dire che da parte del PD in opposizione, si faccia “opposizione” perché vuole anch’esso la caduta della giunta!!! 😉

    https://www.ilgerme.it/esposto-di-confagricoltura-alla-corte-dei-conti-sul-consorzio-di-bonifica/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*