Rilancio del Centro Abruzzo: entro fine anno un documento condiviso, parola di Confesercenti

Il rilancio economico parte dalle imprese, e così anche l’impegno della Confesercenti territoriale che

torna a porre l’accento su micro, piccola e media impresa la cui attività deve essere sostenuta con le risorse messe a disposizione da Regione e Governo centrale “anche vincolando parte di queste all’implementazione ed al potenziamento dell’accesso al credito. Per questo aspetto dovranno essere garantite le convenzioni con il Confidi e con il sistema bancario territoriale” puntualizza Confesercenti.

Promettono, a proposito, piena operatività associativa i dirigenti locali attivi in Centro Abruzzo. “Ci prefiggiamo una serie di obbiettivi tutti volti alla valorizzazione e alla tutela del negozio di vicinato, alla tutela delle tipicità e delle tradizioni agroalimentari, alla rivitalizzazione delle attività artigianali ed alla intensificazione della formazione continua e professionalizzante – dichiara Pietro Leonarduzzi, Vice Presidente della Confesercenti – Siamo impegnati ad operare con la massima energia per essere vicini alle problematiche che investono l’intera economia locale”.

“Sono necessarie azioni performanti capaci di generare ricadute economiche positive – dichiara Angelo Pellegrino, Direttore della Fiesa Regionale –. Progetti e iniziative fine a se stesse non producono nulla di positivo per le imprese; in sostanza occorre tener presente la necessità della tutela dei prodotti tipici, delle peculiarità storiche e culturali, nonché le eccellenze imprenditoriali dei territori del Centro Abruzzo”.

Quindi sostegno al commercio fisso e ambulante, anche attraverso manifestazioni e regole per calendarizzarle. Un documento è in fase di elaborazione da parte delle diverse rappresentanze di Valle Peligna, Alto Sangro, Valle del Sagittario e Valle Subequana. “Si tratta di un Progetto che tiene conto, in particolare, delle peculiarità e potenzialità del Centro Abruzzo – ha aggiunto Pietro Leonarduzzi – Per questo stiamo raccogliendo le adesioni di molti imprenditori, con i quali è aperto un confronto, che intendono contribuire, insieme alla Confesercenti, all’elaborazione di strategie e azioni per venire incontro alle esigenze delle diverse tipologie di attività produttive del territorio”.

S.P.

1 Commento su "Rilancio del Centro Abruzzo: entro fine anno un documento condiviso, parola di Confesercenti"

  1. Al momento è solo un’intenzione di condivisione, anche perchè dare per certo una “condivisione di un documento per fine anno”, dove gli altri “condividenti” – e nel leggere sembrano essere Regione, Governo e Banche – non hanno ancora voce in capitolo se non quella del dare delle risorse, finanziamenti e convenzioni (già date per scontate se non anche vincolanti (E POI DA CHI?) ed a prescindere per cosa è già di per se un notevole azzardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*