Salute ed economia, le proposte di Di Benedetto

Tamponi a medici e personale sanitario, screening cadenzato e test veloci. A chiederlo, oltre alla Cgil, è anche il consigliere regionale Americo Di Benedetto perché la crescita dei contagi in Abruzzo “non è lineare” sottolinea.

Il consigliere si sofferma anche sulle difficoltà economico-finanziarie dovute alla sospensione delle attività: “La Regione Abruzzo, con l’urgenza del caso, deve convocare il Comitato d’Intervento per le Crisi Aziendali e di Settore (C.I.C.A.S.) al fine di avviare le procedure per l’erogazione della Cassa integrazione in deroga, di cui all’art. 22 del D.L. 18/2020 nel cui corpo è espressamente previsto che la concessione dei trattamenti sia attuata con Decreto delle Regioni”.

“Pertanto – prosegue Di Benedetto – risulta non più procrastinabile la predisposizione di una piattaforma per la richiesta di accesso a tali ammortizzatori sociali e la costituzione di una commissione di valutazione delle domande. Tutto questo al fine di essere pronti, nel più breve tempo possibile, all’invio delle liste dei beneficiari all’INPS, che provvederà, poi, all’erogazione delle predette prestazioni”.

In attesa dei decreti e delle ripartizioni ministeriale, per il consigliere si potrebbe procedere alle prestazioni di cassa “fino a concorrenza delle somme residue delle precedenti stagioni di ammortizzatori sociali in deroga che, in Regione Abruzzo, dovrebbero essere di circa 2 milioni di euro. Per tutti gli ammortizzatori sociali, in deroga e non, si potrebbe provare a trovare l’accordo anticipatorio con gli istituti di credito al fine di accelerare i tempi di trasferimento delle indennità ai lavoratori, cosa questa già testata in occasione del sisma del 2009”.

Ed ancora sul progetto di legge regionale recante “misure straordinarie ed urgenti per l’economia e l’occupazione”, “Meglio sarebbe predisporre un disegno di legge quadro sulle modalità di utilizzo di tali fondi a favore delle micro, piccole e medio imprese” nonché il sostegno all’occupazione e assicurare la disoccupazione; per le micro partite Iva un voucher di accesso alle procedure di Sovraindebitamento ex L. 3/2012 ; per l’area cratere riorganizzare i 73milioni di fondi Restart.

Commenta per primo! "Salute ed economia, le proposte di Di Benedetto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*