Scambio di colpi Gerosolimo-minoranza. Primi scampoli di campagna elettorale

L’ex assessore alle Aree Interne della Giunta D’Alfonso, Andrea Gerosolimo risponde ai 5 consiglieri comunali di opposizione che sabato lo hanno accusato di macchinare nell’ambito della nuova crisi della maggioranza di palazzo San Francesco. Ai 5 Gerosolimo, risponde su Facebook scrivendo: “ Provo profonda tristezza nel leggere il comunicato stampa di 5 consiglieri comunali di Sulmona (tre dei quali prima di maggioranza oggi di minoranza ma pronti a tornare di maggioranza) dal quale emerge odio, rabbia, invidia, oltre ovviamente ad una assoluta incapacità di esprimere un concetto positivo e costruttivo. Tre di questi consiglieri comunali sono stati eletti grazie alla coalizione che aveva Annamaria Casini come candidato sindaco ed hanno successivamente ricoperto e/o ricevuto incarichi proprio dal Sindaco Casini. Su ciascuno di loro potrei dire tanto ma soprassiedo poiché non è nel mio stile parlare di personaggi che, eletti per caso o per fortuna, si sono ritrovati a ricoprire ruoli di gran lunga al di sopra delle loro capacità politiche e amministrative. Per fortuna, al riguardo, l’esperienza ed il mio intuito elettorale mi tranquillizzano poiché sono certo che alle prossime elezioni amministrative scompariranno dalla scena politica di questa città. Tra l’altro due di questi personaggi (i più giovani) sono stati già sonoramente bocciati qualche mese fa in occasione delle elezioni regionali”.

La replica dell’opposizione non si è fatta attendere, scrivono Balassone, Perrotta, Pingue, Salvati e Tirabassi: “L’ex consigliere regionale Gerosolimo, con una recente sortita su Facebook, è riuscito a superarsi glissando completamente sugli argomenti nel merito dei quali era stato invitato ad interloquire e ha distribuito, senza alcuna abilità e con toni palesemente patetici, giudizi gratuiti sul nostro conto prima di ripiegare su  un atteggiamento vittimistico che la dice lunga sulle sue attitudini di guida politica. Con riferimento alle censure rivolte in ordine alle nostre capacità di amministratori, ci dica Gerosolimo, in venti anni di attività politica, un solo atto,  oltre all’attivismo profuso per lo scioglimento dei Consigli Comunali (e la destabilizzazione esercitata sull’amministrazione regionale) che sia stato realizzato per sua iniziativa o che rechi la sua firma. A memoria d’uomo, non si ha notizia di un suo intervento in consiglio comunale, in consiglio provinciale e in consiglio regionale: ha brillato solo per assenza e impreparazione, totalmente impegnato in sotterfugi e giochi di potere”.

I consiglieri, chiamati in causa sottolineano anche che: “Non è affatto vero che alcuni di noi siano stati eletti ‘grazie alla coalizione’ che sosteneva il Sindaco Casini; è circostanza di fatto, riscontrabile anche dalle menti poco aduse al ragionamento, che le liste dalle quali sono risultati eletti i consiglieri Pingue, Tirabassi e Salvati si siano rivelate determinanti per la vittoria elettorale di Annamaria Casini”.

“Dal suo stesso entourage – continuano i cinque della minoranza -, trapelano notizie di un’azione mirata a mandare a casa il Sindaco Casini e determinare le elezioni anticipate a primavera con un cartello di liste costruito insieme a Di Masci ed alcuni grandi vecchi della politica cittadina. La città ha il diritto di pretendere la verità riguardo a queste voci ed è nostro diritto e dovere di rappresentanti della città esigere che Gerosolimo (o i suoi consiglieri per lui), artefice della coalizione di governo (compresa l’alleanza con il suo ex nemico Di Masci), esca allo scoperto e dichiari le sue volontà. Questa minoranza non ha nessuna intenzione di andare in soccorso del Sindaco; chiede soltanto che la maggioranza si assuma le sue responsabilità , dichiari il proprio fallimento ed agisca di conseguenza”.

S.M.

4 Commenti su "Scambio di colpi Gerosolimo-minoranza. Primi scampoli di campagna elettorale"

  1. Come?
    Gerosolimo non ha brillato per attività politica?
    – Di chi la decisione per il ridimensionamento dell’ospedale?
    – Di chi l’ideona della bretella ferroviaria con annessa stazione?
    – Di chi la scelta dei numerosi cavalli vincenti nelle controllate che stanno facendo il bene della vallata?

    E la lista continua ovviamente.

    E comunque ce n’è anche per voi.. non temete.

    Siete proprio degli invidiosoni!!

    I peggiori 5 anni dell’amministrazione comunale (e non solo)..
    Idea…si potrebbe usare come motivetto per la prossima campagna elettorale la canzone tanto cara ai fans (senza citarli direttamente visti i passati litigi in assise comunale) di Renato Zero!!

    Da anni il Comune di Sulmona non vede splendere più un “brillante”, ma nemmeno uno falso per di più!!!

    Solo mistificatori e giocolieri, ma la colpa è tutta nostra!!!

    Buona serata il panettone è salvo anche quest’anno e per tutti!!!

  2. se pensa di riabbindolarmi sbaglia di grosso ! Non vedo l’ora di incontrarlo e sentire le sue solite promesse ! ora aspettiamo le promesse di parrucchino

  3. WARNING – il commento è stato rimosso perché diffamatorio

  4. guerre di poteri e la citta’con tutti i suoi abitanti muoiono lentamente …..auguri a tutti e mi raccomando fatevi infinocchiare di nuovo ….tanto di sulmona resterenno solo le ceneri …..buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*