Scanno, dissesto: esposto in Procura di Scanno Insieme

Il gruppo consiliare di opposizione Scanno Insieme, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica dell’Aquila perché faccia chiarezza sul “caso Scanno” e sui dissesti che vanno fiorendo in vari angoli della Regione. Ad annunciarlo oggi in conferenza stampa Amedeo Fusco, Antonio Giovanni Silla, Mario Spacone consiglieri comunali di Scanno, che presenteranno il testo dell’esposto alla villa comunale dell’Aquila.

La vicenda è intricata e complessa ed anche molto tecnica. Il 6 dicembre 2019 il Comune di Scanno ha dichiarato il dissesto finanziario, provvedimento sempre aspramente criticato dall’opposizione. Dopo il ricorso al Tar, l’opposizione era riuscita a far annullare il provvedimento grazie ad una sentenza del tribunale stesso pronunciata il 23 aprile. Il sindaco Mastrogiovanni ha fatto così ricorso al Consiglio di Stato, corte che dopo aver concesso la sospensiva l’ha revocata il 24 giugno e convocato il dibattimento per il prossimo 19 novembre.

Scanno Insieme si chiede come mai la Prefettura dell’Aquila che ha sostenuto che fino alla decisione del Consiglio di Stato non avrebbe adottato alcun provvedimento nel confronti del Comune di Scanno, salvo poi, il 17 settembre, dopo diffida formale ad adempiere ai sensi del TUEL e dell’articolo 348 del codice penale, che disciplina l’omissione in atti d’ufficio, ha inoltrato un parere al Ministero dell’Interno, per conoscere il da farsi.

I Consiglieri di minoranza del centro lacustre dunque, ritengono inquietante quello che è avvenuto a Scanno e che sta avvenendo anche in altri centri d’Abruzzo, dove si va in dissesto sulla base di relazioni che paiono ciclostilate, opera sempre di una stessa regia. Chiederanno quindi che la magistratura intervenga per fare chiarezza, anche alla luce di rapporti tra tecnici e magistratura contabile, che, a detta del gruppo Scanno Insieme, avrebbero dovuto consigliare a qualche giudice l’opportunità, se non l’obbligo, di astenersi dall’intervenire.

1 Commento su "Scanno, dissesto: esposto in Procura di Scanno Insieme"

  1. A mio parere dietro c e’ Sempre lo stesso burattinaio !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*