Scuola d’estate, si inizia con il grande schermo

A scuola d’estate, anche se “l’aula” sarà il Parco fluviale e i testi saranno il grande schermo, i colori e più in generale i diversi strumenti che l’arte mette a disposizione.

Si chiama “RI-generaZione” il progetto ministeriale del Piano scuola 2021 che si è aggiudicato il Polo scolastico Ovidio e che, con la collaborazione di Sulmonacinema, gli Amici del Certamen, Maw e Ilhem, guiderà gli studenti del Polo umanistico (liceo Artistico, Classico e delle Scienze Umane) in agosto e settembre in un percorso di sensibilizzazione e approfondimento sui temi dell’ambiente e dell’appartenenza territoriale. Arti performative, visive, cinematografiche che culmineranno a settembre in un evento al Parco Daolio nel quale ci sarà urban art, fluid art e scrittura creativa.

Si inizia il 20 e 21 agosto con le proiezioni di due film (sempre al Parco Daolio, ore 21) a cura di Sulmonacinema: “Selfie” di Agostino Ferrente e “Il rosso e il blu” di Giuseppe Piccioni. Due opere che affrontano temi legati al mondo dei giovani e della scuola: il primo con il linguaggio del documentario, in cui la cui narrazione dei fatti viene affidata dal regista ai due protagonisti e ai loro telefoni cellulari; il secondo mediante un affresco corale che restituisce, grazie alla interpretazione straordinaria di Margherita Buy, Riccardo Scamarcio e Roberto Herlitzka nonché dei giovani attori, tutta la difficoltà e la bellezza del rapporto tra insegnanti e studenti, in una dinamica di reciproco e continuo apprendimento.

L’ingresso alla proiezioni è gratuito per tutti, ma consentito solo a chi è munito di green pass.

3 Commenti su "Scuola d’estate, si inizia con il grande schermo"

  1. Complimenti al polo umanistico che mostra di essere sempre all’avanguardia per le iniziative culturali nella nostra comunità.

  2. Complimenti al polo umanistico di Sulmona per la lodevole iniziativa che dimostra di essere sempre all’avanguardia nell’organizzazione degli eventi culturali nel nostro territorio.

  3. Ma il parco è stato messo in sicurezza? Ci sono vetri rotti, quadri elettrici distrutti, cavi elettrici scoperti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*