Si ferisce per “combattere” ladri d’immondizia. Denunciato per detenzione di stupefacenti

Come ci sia finito in quella “prigione”, non si è ben capito. Probabilmente guidato da allucinazioni per la possibile assunzione di droghe, infatti, un ventinovenne di Sulmona, è stato recuperato l’altra notte dalla polizia in un locale condominiale utilizzato per il deposito dei cassonetti dei rifiuti. Il giovane, ferito ad una mano con un brutto taglio, che probabilmente lo costringerà oggi stesso ad un intervento chirurgico, ha riferito di aver sentito dei rumori e, ha detto, pensando ci fossero dei ladri, ha deciso di sfondare una finestra che confina con la sua proprietà e di andare a verificare. Nell’entrare dalla finestra si sarebbe quindi rotolato su delle bottiglie che gli avrebbero provocato il profondo taglio. La sorpresa, però, è arrivata dopo, quando cioè la polizia, arrivata sul posto per farlo uscire dalla trappola, ha perquisito la sua abitazione, trovandogli due etti di hashish e due grammi di cocaina in casa.

Al ritrovamento della droga tutto è apparso più chiaro e verosimile agli inquirenti (e d’altronde dei ladri d’immondizia erano quanto meno poco credibili), che hanno così proceduto questa mattina a denunciarlo per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Se non altro il suo avvocato potrà a buon diritto reclamare l’uso personale.

Commenta per primo! "Si ferisce per “combattere” ladri d’immondizia. Denunciato per detenzione di stupefacenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*