Si riunisce in un bar, multato gruppo di protezione civile

Si erano riuniti in piena emergenza, il 14 aprile scorso, in un bar di Roccaraso per firmare un protocollo d’intesa per la creazione di una sede distaccata del gruppo Pivec di protezione civile, gruppo che ha sede all’Aquila. E dal capoluogo erano venuti parte dei rappresentanti dei volontari che, insieme ad alcuni locali, volevano mettere in piedi una sede distaccata in Alto Sangro, più che mai utile in questo periodo di emergenza.
Ma mentre si apprestavano a firmare il documento, i partecipanti sono stati interrotti dai carabinieri che hanno elevato verbali per migliaia di euro. La notizia la riporta questa mattina il quotidiano Il Messaggero, in un articolo a firma di Sonia Paglia e nel quale si fa riferimento anche ad altri verbali elevati dai carabinieri a carico di tre giovani che, qualche giorno dopo, hanno organizzato una festa di compleanno, sempre a Roccaraso, con tanto di sparo di fuochi d’artificio.
Ai volontari sono stati elevati una decina di verbali per un totale di circa 4mila euro di ammenda (ridotti a poco meno di 3mila nel caso paghino entro trenta giorni), multe alle quali sembra che gli interessati vogliano fare opposizione. Seppur in periodo di lockdown, infatti, i dieci erano fuori per motivi di protezione civile, indossavano tutti i dispositivi di protezione e nel bar non hanno consumato neanche un bicchiere d’acqua, essendo stato il locale messo a disposizione da parte di uno degli aspiranti volontari.

Commenta per primo! "Si riunisce in un bar, multato gruppo di protezione civile"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*