Snam: “No al via libera”, Pietrucci porta in Consiglio il tracciato alternativo

Non sarà accettato nessun via libera del governo al metanodotto Snam né alla centrale di

compressione a Sulmona. A dichiararlo è Pierpaolo Pietrucci, presidente della seconda commissione permanente “Territorio, Ambiente, Infrastrutture”, a qualche giorno dall’incontro che si svolgerà a Roma per raccogliere i pareri degli enti coinvolti. Un Pietrucci pronto alla votazione, in consiglio regionale, di una risoluzione che propone l’alternativa del tracciato in mare; l’ennesimo atto in realtà. “Mi sono fatto promotore di tutti gli atti pubblici e istituzionali possibili: sono arrivato a scrivere al presidente della Repubblica, due volte al presidente del consiglio (prima Matteo Renzi e poi Paolo Gentiloni), ho firmato una risoluzione approvata dal consiglio regionale. La giunta regionale ha espresso ripetutamente il suo diniego al passaggio del metanodotto lungo la dorsale appenninica”. E la linea sembra restare la stessa.

D’altronde tra i comuni coinvolti, ben 19, ci sono anche quelli che fanno parte del cratere sismico del 2009. “Non esiste nes

suna esigenza di approvvigionamento energetico né economica tanto impellente tale da giustificare un rischio del genere, anche alla luce dei dissensi espressi ufficialmente e istituzionalmente dai Comuni interessati dal tracciato” ha ribadito Pietrucci rivolgendosi poi al Partito Democratico: “Non possono continuare a fare finta di nulla, a nascondere la testa sotto la sabbia. Dovranno scegliere se privilegiare le ragioni della convenienza economica e dei grandi operatori energetici oppure, al contrario, fare una scelta di pura e semplice prudenza”. Il tracciato alternativo appunto.

Giovedì l’incontro a Roma.

S.P.

Commenta per primo! "Snam: “No al via libera”, Pietrucci porta in Consiglio il tracciato alternativo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*