Sotto la luce di San Francesco: a Castelvecchio la XXXVIII accensione della lampada votiva

Verrà accesa il prossimo 3 ottobre, come omaggio a San Francesco d’Assisi, la lampada che arde in memoria del patrono d’Italia, nonché compositore del cantico “Fratello Sole, Sorella Luna”. Avverrà ad Assisi (lì sulla tomba di Francesco) così come in altri Comuni italiani. Tra questi vi è anche Castelvecchio Subequo.

Mentre nella città di Assisi, l’olio che arde nella lampada è offerto, a turno, dalle regioni italiane, in Castelvecchio Subequo, nei primi anni furono i paesi viciniori a fare quest’oblazione, poi fu estesa ai centri abruzzesi più lontani, poi ancora a quelli fuori regione e anche all’estero. L’offerta, infatti, è stata compiuta dal Comune francese di La Roche-sur-Foron, anch’essa legata a S. Francesco per origini parentali, e dal Comune spagnolo gemellato Canyelles.

La monumentale Chiesa di San Francesco, dove sono custodite le reliquie delle sacre stigmate del
santo e la Cappella dedicata all’Assisiate, dove sono presenti affreschi del del quattordicesimo e quindicesimo secolo su episodi di vita del frate, simili a quelli custoditi ad Assisi, ospiterà la manifestazione giunta alla sua trentottesima edizione, alla presenza del primo cittadino e della delegazione del Comune di Civitella del Tronto, di Amministratori, di autorità civili, militari e politiche della Regione Abruzzo e Nazionali.

Commenta per primo! "Sotto la luce di San Francesco: a Castelvecchio la XXXVIII accensione della lampada votiva"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*