Sprar congiunto approvato

Arriveranno a Cansano e Campo Di Giove soprattutto famiglie. Il progetto Spraar congiunto, inbastito dai due comuni anche a seguito delle notizie che volevano alcuni privati intenzionati ad ospitare i rifugiati, è stato approvato. Se proprio i rifugiati dovevano arrivare allora meglio appoggiarsi su un “sistema regolamentato e ampiamente rodato a livello nazionale, quale il sistema Sprar” ha dichiarato il sindaco di Campo Di Giove, Giovanni Di Mascio. Un sistema, insomma, che regola anche il numero degli arrivi in percentuale alla popolazione residente, e non i 50-60 rifugiati previsti con l’adesione dei privati ai progetti di accoglienza a loro dedicati e con l’esclusione, nei fatti, delle amministrazioni nella gestione.

Lo Sprar congiunto, che vede Campo di Giove capofila, è stato l’unico progetto in Abruzzo a rientrare nella graduatoria di accesso alle risorse del Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo (Fnpsa), si parla di circa 196mila euro. In cinque richiedenti asilo saranno ospitati a Cansano, mentre altri 7 a Campo Di Giove per una programmazione, della durata di 3 anni, affidata alla cooperativa Horizon che su entrambi i territori già opera, a Cansano con la Casa Famiglia per questo, inizialmente, si era pensato ad ospitare solo minori. Idea sfumata, ma integrata successivamente aprendo il progetto a livello familiare. Su questo si dovrebbe basare, dunque, un modello di “accoglienza integrata”. Non solo vitto e alloggio, ma assistenza, orientamento, la costruzione di un percorso individuale  per condurre ad una autonomia socio-economica un giorno, chissà.

Oltre all’orgoglio per essere gli unici in Valle ad aver avuto il coraggio di aderire ad uno Sprar, per il

sindaco Mario Ciampaglione il progetto “ci spinge anche nella direzione di un maggior impegno e responsabilità. Sono convinto che insieme alle nostre rispettive cittadinanze daremo ancora una volta prova di grande spirito di accoglienza, mettendo al centro la dignità e il rispetto delle persone accolte”. Che poi è questa la cosa fondamentale perchè si ricorda che queste persone sfuggono da situazioni pesanti, dove di precario ed in bilico non c’è solo il posto fisso, ma l’esistenza stessa.

Commenta per primo! "Sprar congiunto approvato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*