Sul campanile dell’Annunziata, domani il sopralluogo

Si svolgerà domani mattina, alle 11, il sopralluogo sul campanile dell’Annunziata, quello promesso la settimana scorsa dalla neo

presidente della Asp 2 Casa Santa dell’Annunziata, Catia Puglielli. Ad annunciarlo è proprio la presidente dopo la gita svoltasi sabato scorso insieme al sindaco Annamaria Casini e all’assessore regionale Andrea Gerosolimo. A loro Puglielli aveva chiesto rispettivamente di ritirare l’ordinanza che vieta alle campane di suonare, in considerazione anche della tradizione natalizia che vuole dal 24 novembre al 24 dicembre una particolare oscillazione cara ai sulmonesi, e di lavorare affinché il campanile possa essere fruito anche dai semplici cittadini e turisti, particolare che sembra attrarre molto l’assessore il quale ha promesso uno studio di fattibilità; nonché, infine, ottenere quei 600mila euro necessari a sistemare la facciata del palazzo.

Puglielli, per il sopralluogo, aveva chiesto anche l’intervento del Comune nel conferire formalmente un incarico ad un tecnico per effettuare le verifiche. “Però non ho avuto ancora alcuna risposta- spiega Puglielli-, ho incaricato il consigliere Filiberto Di Tommaso di recarsi direttamente al comune per incontrare D’Eramo e pregarlo di venire e velocizzare la pratica, ma l’ingegnere sembra non essere al lavoro e non lo sarà anche nei prossimi giorni. Io farò fare tutte le verifiche, ma poi l’ultima parola spetta al sindaco che deve mettere anche lei in atto tutte le verifiche per revocare l’ordinanza”.

Domani, intanto, a salire saranno proprio  Di Tommaso e l’ingegnere Pasquale Di Iorio.

Simona Pace

 

1 Commento su "Sul campanile dell’Annunziata, domani il sopralluogo"

  1. spot pubblicitari,la sicurezza in generale ,innanzitutto…poi,con il nuovo cda non piu'”fini benefici,caritevoli” ma commerciali,qui si pensa al contributo pubblico in assenza di scopi,benefici ai Cittadini,al bilgietto d’ingresso,alle campane,alla facciata,ecc,ecc ( l’ente riceve finanziamenti pubblici ma non pubblica i bilanci,non rende di facile accesso,non giustifica,non rende tracciabile il quanto pubblico) mentre l’ospedale non eroga servizi,prestazioni adeguate,edifici ed uffici pubblici ,scuole,asili nido ecc in assenza di certificazioni,nulla osta,permessi delle autorita’ di controllo e verifica sicurezza generale,
    pubblica amministrazione,tribunale,impianti sportivi,piani,progettiecc,ecc e tutto un’annuncio
    in realta’ nulla…i nostro eroi che fanno? vanno sul cupolone,forse per riflettere,di certo non per far suonare le campane,c’e’ san martino campanaro,per la sicurezza l’ingegnere….ma Accumoli non ha insegnato niente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*