Taglio alle spese, Pratola fuori dalle “Città del vino”

Fuori dall’associazione Città del Vino. E’ quanto ha deciso la giunta comunale di Pratola Peligna qualche giorno fa. Perché il mantenimento dell’iscrizione costa e in fin dei conti pare che i risultati effettivi non ci siano.

Costa ben 1,3mila euro, almeno è questa la quota del 2020. Un po’ troppo, insomma, per le casse comunali soprattutto se di contro non c’è una effettiva attività di promozione delle risorse pratolane. Dalla delibera di giunta del 30 gennaio scorso è questo che appare.

Per la stessa motivazione la giunta ha deciso di uscire anche dall’AICCRE (Associazione Italiana dei Comuni, delle Provincie, delle Regioni e delle altre comunità locali), “la cui finalità è l’elaborazione di proposte e di iniziative affinché i poteri regionali e locali possano concorrere unitariamente, nell’ambito delle istituzioni europee, alle scelte e alla formulazione di proposte di rafforzamento delle autonomie locali”.

Approvata anche la disdetta della presenza pubblicitaria del Comune da “Paginebianche L’Aquila”, “PagineGialle”, “Virgilio”, “TuttoCittà”, “PagineGialle.it”, “PagineGialle Mobile” e “TuttoCittà.it” che in totale rappresentavano un costo annuo di oltre mille euro più iva.

Commenta per primo! "Taglio alle spese, Pratola fuori dalle “Città del vino”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*