“Tamponi per tutti”, tracciamento a tappeto nella provincia dell’Aquila

Tutti gli abitanti della provincia dell’Aquila saranno sottoposti a tampone molecolare rapido: ad annunciarlo è stato il presidente della Regione Marco Marsilio che, in questo modo, vuole replicare il “modello Bolzano” in questa fetta di territorio che in poche settimane è stata travolta dalla seconda ondata, passando dalla provincia con meno contagi a quella con più positivi.

“Ho chiesto al ministro Speranza di accompagnare questo test su larga scala ottenendo il necessario sostegno istituzionale. Sono già in contatto con il commissario Arcuri, che ha assicurato piena collaborazione, per i necessari approvvigionamenti e attendo nel giro di pochissimi giorni notizie positive in tal senso. Già da lunedì mattina la Asl – con il supporto dell’Agenzia Sanitaria Regionale – passerà alla fase organizzativa, con l’obiettivo di mettere in campo tutte le energie disponibili per completare il piano in pochi giorni”.

Marsilio vorrebbe estendere appena possibile questa operazione a tappeto su tutto il territorio regionale, non appena, quando e se ci saranno le risorse sufficienti.

“L’obiettivo, chiaramente, è quello di individuare con questo ‘setaccio’ in maniera precoce il maggior numero possibile di positivi al Covid per procedere al loro isolamento, mettendo in sicurezza il resto della popolazione riducendo drasticamente la circolazione dei soggetti contagiosi. Un’operazione di simile portata ha bisogno di una grande e capillare organizzazione, ma soprattutto di un’estesa e convinta collaborazione – commenta Marsilio -. A cominciare dai cittadini, chiamati a sottoporsi volontariamente al test, passando per i sindaci, i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, i farmacisti, gli infermieri, gli operatori socio-sanitari, la Protezione civile e l’associazionismo, la Croce Rossa e il grande numero di organizzazioni del terzo settore e del volontariato. Mi rivolgo a tutti per chiedere di fare ognuno la propria parte, mettendo a disposizione spazi, tempo, competenze e professionalità, con spirito pragmatico per rimuovere ostacoli burocratici, amministrativi, logistici. Sono sicuro – ha concluso il presidente –  che sapremo farcela, come dimostra la massiccia e disciplinata adesione degli altoatesini all’esperimento in corso fino a domani nella loro provincia”.

2 Commenti su "“Tamponi per tutti”, tracciamento a tappeto nella provincia dell’Aquila"

  1. mi sembra una sbruffonata demagogica

  2. Non è vero che sia una sbruffonata,è cosa buona e giusta.avremo così un Natale da passare in tranquillità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*