Tempistica sbagliata: ragionieri e geometri ripartono dall’Iti. Oggi sopralluogo a Sant’Antonio

Come una pallina da ping-pong: gli studenti di ragioneria e geometri non trovano davvero pace. Lunedì prossimo, giorno previsto per la fine della settimana di Dad e il ritorno a Sulmona, infatti, molto probabilmente non faranno ingresso nell’edificio di Sant’Antonio, ma torneranno, almeno per qualche giorno, all’Iti di Pratola Peligna.

Tra tinteggiatura, volture e trasloco, infatti, il plesso di via Mazzini, dove questa mattina c’è stato un sopralluogo della dirigente scolastica, della responsabile della sicurezza e della Provincia, non sarà pronto all’uso. E d’altronde i ritardi nell’avvio delle pratiche di affitto inevitabilmente hanno creato il cortocircuito.

Per questo i circa duecento studenti dell’Itcg lunedì torneranno in presenza, ma all’interno del Leonardo Da Vinci, dove sono stati cioè negli ultimi otto anni.

“Abbiamo già verificato facendo una simulazione – spiega la dirigente Luigina D’Amico – e gli spazi ci sono, seppur risicati. Nella prospettiva di un breve periodo, quindi, i ragazzi torneranno all’Iti, in attesa che le operazioni di trasloco a Sulmona siano concluse”.

A Sant’Antonio l’Itcg occuperà 9 aule e 4 laboratori, oltre agli spazi per la segreteria. Il contratto avrà durata triennale, nella speranza che nel frattempo i lavori della sede originaria di via Virgilia D’Andrea partano e siano conclusi. A tal fine la Provincia, vista l’inerzia del Provveditorato alle opere pubbliche, potrebbe avocare di nuovo a sé il ruolo di stazione appaltante. Basta che questo non significhi ricominciare da capo o quasi.

11 Commenti su "Tempistica sbagliata: ragionieri e geometri ripartono dall’Iti. Oggi sopralluogo a Sant’Antonio"

  1. Riflettiamo su quanto una politica scellerata ed incapace impatti negativamente sulle nostre esistenze. Andiamo a votare e ricordiamocelo !!!

  2. Io non mi esprimo più. Mi sento impotente di fronte a tanta scelleratezza e mancanza di logica.

  3. Scommettiamo che lunedì si riparte tutti in presenza all’itis???

  4. Ma la struttura è di tipo 3? Lo spazio esterno adeguato come richiesto dal bando dove sta? Ma la magistratura non indaga?

  5. Codardo rassegnato | 15 Settembre 2022 at 06:11 | Rispondi

    Mi piacerebbe sapere cosa pensano di questa ennesima beffa “Unodifuori” e tutti gli altri che hanno tacciato di remissività coloro i quali esasperati hanno l’intenzione di lasciare la città appena in pensione. E soprattutto mi piacerebbe sapere quali concrete “intrepide” soluzioni propongono.

  6. Roba da matti quello che fanno, una lode a chi aveva tenuto nascosto l’inagibilità dell’I.T.I
    A pagarne le spese gli studenti sempre additati come svogliati, ci sono stati tre mesi di vacanze e non è stato fatto nulla, in prossimità della riapertura escono i problemi. Come sempre…nulla cambia

  7. Campanilismo becero.

  8. L'Avanguardista | 15 Settembre 2022 at 11:47 | Rispondi

    Dunque vediamo se ricordo bene e sò fare bene i conti:
    Contratto di affitto triennale, quindi fino al 2025.
    Canone totale: 110.000 x 3anni = 330.000 euro circa in tasca al Capitalismo edile
    Sicuri che una volta entrati al S.Antonio non usciranno più, gli alunni ormai sono diventato un numero ad uso e consumo per la loro ricchezza.

  9. Dare spiegazioni ad uno che si qualifica “Codardo rassegnato” non credo che abbia molto senso.

    • Codardo rassegnato | 15 Settembre 2022 at 16:06 | Rispondi

      Come immaginavo.
      Quando non si hanno argomenti, ma si parla solo per dare fiato alle trombe, è inutile sperare in una risposta.
      È stato lei a darci del “perdente rassegnato”.
      Ha ragione, la battaglia persa è quella mai combattuta, ma io francamente non riesco a vedere via d’uscita.
      Dall’ospedale, alle scuole,dai trasporti, alle fabbriche, non mi pare ci sia la volontà politica di porre rimedio a questo declino.
      Buona fortuna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*