Una cabinovia da Roccaraso all’Aremogna, sì del consiglio

Voto unanime del consiglio comunale di Roccaraso sul progetto di realizzazione di una cabinovia da 35 posti che colleghi il centro del paese con gli impianti dell’Aremogna. Una rivoluzione copernicana che, quando e se sarà realizzata, permetterà a Roccaraso di diventare il centro di riferimento del vasto bacino sciistico e non solo dell’Alto Sangro, a sua volta il più grande e importante del centro-sud Italia. 

Un investimento da 48 milioni di euro che dall’area dell’attuale campo sportivo permetterà di arrivare direttamente nel comprensorio di Pizzalto dove è stata individuata la stazione di monte.

“Si tratta di un segnale molto importante ed altamente significativo – ha commentato il sindaco Francesco Di Donato – dal Consiglio comunale è arrivato un messaggio forte: tutti credono in questo progetto, tutti ritengono che rappresenti la vera svolta per destagionalizzare il turismo, per posizionare Roccaraso tra le grandi stazioni montane non solo nei mesi invernali ma anche durante il resto dell’anno. Al di là delle posizioni politiche, degli schieramenti e delle diverse idee: tutti i consiglieri comunali mi hanno chiesto con questo voto di accelerare e di legare la transizione ecologica del nostro turismo a questa grande infrastruttura che farà cambiare marcia al nostro turismo, intercettando la domanda legata al turismo lento, agli amanti delle bici, del trekking, dei parchi tematici. La sfida sarà ora quella di creare un’offerta di turismo digitale all’altezza delle aspettative con professionalità nuove e certificate e con strutture riqualificate in linea con gli standard delle migliori stazioni alpine”. 

1 Commento su "Una cabinovia da Roccaraso all’Aremogna, sì del consiglio"

  1. Parigi - Dakar | 17 Aprile 2021 at 20:13 | Rispondi

    Ma un po’ di catrame per Sulmona?
    Con queste strade forse l’anno prossimo ci parte la Dakar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*