Una “cittadella dell’ambiente”, pubblicato il bando Cogesa per l’affitto dei nuovi locali

Il Cogesa apre ufficialmente le porte della nuova sede situata nella struttura dell’ex Sviluppo Italia. E’ stato, infatti, pubblicato il bando in scadenza il prossimo 15 giugno. Nello specifico la partecipata mette a disposizione 13 locali in tutto, 8 da 40 metri quadrati e 5 da 80 metri quadrati.

Si tratta di 720 metri quadrati in tutto a disposizione dei privati, diversi dagli altri 1,1mila necessari ad ospitare eventualmente le scuole Capograssi, bando al quale il Cogesa ha risposto.

“Gli spazi saranno ceduti al costo di 4 euro al metro più Iva per i capannoni e di 6 per i lotti ad uso ufficio. Con gli eventuali interessati saranno stilati contratti di sei anni rinnovabili di altri sei – si legge nella nota -. L’uso degli spazi comprende l’utilizzo della sala mensa, la vigilanza notturna, il parcheggio e l’uso della sala convegni previa prenotazione. Sarà chiaramente concesso il diritto di prelazione a quei contratti di affitto ereditati dalla precedente proprietà” si specifica.

Una “cittadella dell’ambiente”, di questo parla l’amministratore Vincenzo Margiotta che punta a creare “un incubatore di idee, favorire la creazione di start-up ambientali, fornire servizi agli utenti, essere di supporto alle amministrazioni comunali e creare spazi funzionali – spiega – il costo dei locali è inferiore a quello di mercato proprio perché la natura pubblica di Cogesa impone di coniugare l’organizzazione aziendale con azioni di sostegno allo sviluppo locale”.

Gli interessati potranno visionare i locali previo appuntamento con il responsabile del procedimento, geometra Mario Paolini, dal lunedì al venerdì telefonando al numero 0864/210429.

S. P.

4 Commenti su "Una “cittadella dell’ambiente”, pubblicato il bando Cogesa per l’affitto dei nuovi locali"

  1. L’Azienda degli amici ….sconcertante quello che fanno con
    le aziende pubbliche! il Cogesa pensi a svolgere il compito per cui noi cittadini paghiamo !

  2. nessuno dice che le aiuole fuori le scuole sono indecenti? possibile che pensano solo a fare gli immobiliaristi con i soldi della TARI????????????????????????????????????????????

  3. Cogesa è pubblica o privata? Qualcuno mi da delucidazioni in merito?

  4. è un soggetto privato di diritto pubblico, dovrebbe esclusivamente fare ciò per cui è stata creata con il solo scopo di gestire al meglio i rifiuti della valle peligna….ma da come vedo fa tutt’altro e crea lavoro per il cerchio magico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*