Il volto delle donne, contro la violenza

Francesca (dirigente di polizia di stato), Delia (casara), Rosanna (autista), Francesca (personal trainer), Annarita (imprenditrice), Annamaria (pensionata), Annamaria (sindaco di Sulmona) e con loro ce ne sono altre 53 di donne catturate dalla fotocamera del fotografo Angelo D’Aloiso. Non modelle, ma donne  nel loro quotidiano, col sorriso, donne esattamente come quelle che giorno dopo giorno si sentono morire sotto la violenza che, nella maggioranza dei casi, è perpetrata dai loro compagni di vita. E’ in questa giornata, 25 novembre

, che D’Aloisio ha deciso di pubblicare un lavoro lungo 6 mesi:  “Contro la violenza sulle donne.. ci metto la faccia”.

“Il rispetto è alla base di ogni rapporto e non possiamo continuare a veder crescere il numero delle donne che subiscono violenza- si legge nella nota al lavoro pubblicato sulla pagina Facebook Oneshootlive-. La violenza sulle donne è tra le violazioni dei diritti umani più diffuse al mondo. Comprende, ad esempio, reati come la violenza sessuale, lo stupro, senza dimenticare quella psicologica”.

“Per me rappresentano le donne di tutti i giorni, è stato questo il criterio di scelta- racconta D’Aloisio- è la classica donna che trovi in giro tutti i giorni” e se le parole sfumano tra situazioni in cui vengono pronunciate per circostanza, “una foto rimane” sottolinea il fotografo nel ricordare l’entusiasmo che ha accompagnato le protagoniste nel progetto.

In diversi altri modi si è ricordata questa giornata sul territorio. Dagli appuntamenti organizzati dalle due realtà, La Diosa e la Horizon, che nel concreto si impegnano tutto l’anno nel sostenere le donne vittime di violenza, ad altri appuntamenti collaterali come l’allestimento con particolari in rosso della villa comunale i Popoli. Di certo una sensibilità che negli anni cresce sempre di più, come i numeri delle “prese in carico”, delle donne maltrattate che prendono lentamente coscienza che un’altra strada è possibile, che non sono sole, che fuori quella porta c’è un mondo, grande, spaventoso anche, ma pieno di vita.
Rosanna (autista), Francesca (studentessa), Maria Domenica (sarta), Daniela (artigiana) …
Simona Pace

Commenta per primo! "Il volto delle donne, contro la violenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*