Roba da matti

  La strada è quella più sbrigativa. Purché ci si tolga l’incombenza delle responsabilità. Una verifica ad occhio, un verbale del Nas o il calcolo di un tecnico e, semplicemente, si chiude. E’ successo con le scuole, con la biblioteca ed ora anche con le strutture sanitarie. Così dal 13 novembre scorso Sulmona, la Valle…

Il contenuto di questo articolo è riservato ai membri Sostenitore

Registrati per continuare la lettura dell’articolo.
Sei sei gia iscritto, fai il Login
Visita la nostra pagina per saperne di più! InfoAbbonamenti