Elezioni, la senatrice ci riprova: “Mi ricandido”

Sui banchi del Senato della Repubblica ci si è ritrovata senza alcuna gavetta istituzionale, passando dal suo negozio di computer di via Salvemini a Sulmona agli uffici di Palazzo Madama: Gabriella Di Girolamo, senatrice del Movimento 5 Stelle, è stata l’unica parlamentare del territorio del Centro Abruzzo in questa legislatura ormai alla fine. Un’esperienza che ha portato avanti con impegno (presente per il 94,20% delle sedute) e umiltà, che le ha cambiato la vita e su cui è pronta a scommettere di nuovo.

Allora senatrice, ci riprova?

Sì, ho provveduto all’autocandidatura nel Movimento 5 Stelle che andava presentata entro l’8 agosto, quando ci sarà la riunione regionale a Città Sant’Angelo. Mi ricandido per correre al Senato nel collegio unico proporzionale. Ora ci sarà il vaglio dei curriculum da parte del Movimento e poi credo le parlamentarie, che dovrebbero svolgersi il 16 agosto.

Questa volta non sarà così facile come l’ultima

Ne sono consapevole: gli ultimi sondaggi danno il Movimento 5 Stelle in Abruzzo intorno al 10% e, con la riduzione dei parlamentari da noi voluta, i senatori in Abruzzo saranno solo 4, di cui 3 scelti con il proporzionale. Prima di noi, sempre per i sondaggi, ci sono Fratelli d’Italia, il Pd e la Lega. La mia è una candidatura di servizio, insomma, anche se non bisogna mai dire mai: il Movimento ha regalato sempre delle sorprese nelle urne delle politiche e mancano ancora molti giorni al 25 settembre.

Che cosa riporta a casa dal punto di vista personale?

Il Germe in occasione della mia elezione scelse un titolo molto calzante: “Il sogno a 5 Stelle”. Il mio è stato un sogno, quello di cambiare questo Paese e in parte ci siamo riusciti. In questi cinque anni sono cresciuta molto: ho capito cosa vuol dire governare e come funzionano le istituzioni. Faccio l’attivista del Movimento da quando è nato, però l’esperienza parlamentare ti fa capire le dinamiche, i trucchi e ti fa confrontare con la realtà e i problemi.

E dal punto di vista politico?

Ci sono battaglie vinte e altre perse, più in generale grazie al Movimento sono tornate di attualità le tematiche sociali: dal reddito di cittadinanza, al salario minimo. Personalmente mi sono spesa molto per la proroga e la riforma della geografia giudiziaria, per la velocizzazione della tratta ferroviaria Roma-Pescara, per la messa in sicurezza e la gestione delle autostrade d’Abruzzo. Tutti risultati ottenuti. Nello specifico per Sulmona, ricordo il rinforzo di organico per il carcere, anche se c’è ancora molto da fare e per l’Abruzzo mi sono battuta per il commissariamento della Teramo-mare e per il sistema idrico del Gran Sasso.

Ho presentato sette disegni di legge, uno dei quali, sotto forma di emendamento, è diventato legge, quello cioè sulla messa in sicurezza delle gallerie sulle autostrade.

E le sconfitte?

Prima tra tutte c’è quella della Snam: quando ci siamo insediati, sulla centrale, già autorizzata da Gentiloni, c’era poco da fare. Sul gasdotto ho presentato diverse mozioni a cui non mi è stato mai risposto e un’interrogazione grazie alla quale era stato preso l’impegno di avere uno studio dell’Ingv prima di autorizzarlo. Non è stato così, è stata una grande delusione.

Non l’unica dal governo Draghi

La convivenza nel governo Draghi non mi è mai andata giù davvero, però mi sono adeguata alla scelta fatta dal Movimento: siamo rimasti in maggioranza per difendere le cose buone che avevamo fatto: il bonus 110, il reddito di cittadinanza. Ma abbiamo preso solo botte.

Tra il Conte 1 e il Conte 2, quale ha preferito?

Senza alcun dubbio il Conte 2. Sono stata molto più a mio agio con Zingaretti e anzi dopo l’esperienza del Conte 2, se devo collocarmi, mi colloco senza dubbio a sinistra.

Se le elezioni dovessero andare male continuerà a fare politica?

Sì, certamente. Sono a disposizione del Movimento e continuerò il mio impegno in Abruzzo. In che modo o con quale ruolo si vedrà, ma ci sarò.

La vita le è cambiata completamente: dal negozio di computer a Palazzo Madama, non si è mai sentita inadeguata?

Credo sempre di essere inadeguata, ma ci ho messo tutto il mio impegno per essere all’altezza del compito. Per scrivere le leggi, però, c’è la struttura legislativa del Gruppo, alla politica viene chiesto di indicare la direzione. E non sempre è semplice fare la cosa giusta o almeno la cosa che non scontenti qualcuno. La mia vita, in realtà, almeno nei rapporti personali, non è cambiata molto, se non per il fatto che non ho potuto dedicare il tempo di prima ai miei figli.

Nel frattempo sono successe tante cose in questi anni: il negozio di via Salvemini lo abbiamo chiuso per varie ragioni. Mi dovrò reinventare, trovarmi un nuovo lavoro, iniziare una nuova vita. Sempre che non venga eletta per la seconda volta.

29 Commenti su "Elezioni, la senatrice ci riprova: “Mi ricandido”"

  1. Ed io la rivoto !
    Mai vista una senatrice così umile e disponibile all’ascolto !
    Tutti i politici dovrebbero essere come lei ….da sulmonese sono orgogliosa di essere rappresentata da lei e non da vecchie mummie tutte impettite !

  2. Un movimento sparito | 7 Agosto 2022 at 09:11 | Rispondi

    Il movimento si è auto distrutto…meno male…con lei sparirà…anche l’assessore ai trasporti..del comune

  3. Ha avuto bisogno di 4 anni in parlamento per capire se fosse di destra o di sinistra. Una sorta di terapia pagata al prezzo carissimo della sua incompetenza da noi cittadini. Una che, senza alcun merito, dopo 4 anni di politica ad alti livelli e nel mezzo di una crisi bellica resa possibile dalla nostra dipendenza energetica non ha ancora capito l’importanza strategica del tap, per il bene di tutti, può serenamente tornare a vendere computers in via Salvemini.

  4. Cinque stelle?! THE END

  5. Grazie al c...o | 7 Agosto 2022 at 10:35 | Rispondi

    Ti è piaciuta la mangiatoia senza fare un c…o

  6. Ti ricandidi con il M5S?
    UN OTTIMO MOTIVO PER NON VOTARTI!

  7. Quando si deve decidete chi votare si dovrebbe guardare a cosa è stato fatto rispetto a ciò che si era promesso. Se si rispetta questa regola votare i 5S dovrebbe essere automatico.

    • Quello che è stato fatto lo valuti quando voti il sindaco del proprio comune per decidere se confermarlo o meno. Un parlamentare lo voti nell’ambito del partito/moVimento di appartenenza e tieni conto della linea tenuta da quest’ultimo e la coerenza con quanto professato negli anni.
      Per questo, per quanto mi riguarda, con un grande sorriso come quelli della foto dico: M5S GO HOME!

    • Vincent Cogesar | 7 Agosto 2022 at 12:19 | Rispondi

      Ma vatt a fa na camenét pe piaciair

    • Spero tu sia ironico

  8. Imbarazzanti questi commenti ,un disappunto può essere espresso senza maleducazione e volgarità.

  9. Votate tutti Berlusconi e’ quello che meritiamo noi tutti!!!Anzi no Votate Salvini e Meloni 2 grandi Europeisti!!!! Dimenticavo Calenda e Renzi per un nuovo “boom” Economico..

    • Vota Conte che con questi,esclusa la Meloni, ci è andato a braccetto per 4 anni. Ormai siete irrilevanti.

      • Ueh, ueh! Non mi toccate Giuseppi.
        È stato l’unico che in modo molto democratico, senza chiedere Isee o reddito, mi ha regalato 1.650 € di supercashback e altrettanti a mia moglie.
        Bastava avere un bancomat per pagare anche la bottigliette di acqua minerale.

        • Maperpiacere | 7 Agosto 2022 at 18:37 | Rispondi

          E che ci voleva. Anch’io percettore del RDC mi sono guadagnato il supercashback facendomi il giro giornaliero di tutti i supermercati.
          Purtroppo il presidente Draghi lo ha eliminato.

  10. Ha lavorato con impegno,competenza e serietà
    Brava Senatrice, io ti rivoto

  11. Vorrei tanto sapere chi hanno votato chi adesso sta criticando il buon lavoro di Gabriella !
    Avete votato Renzi ??? Salvini??? Letta ???
    Se non ci fosse stato il movimento 5 stelle nemmeno sapevate come era fatto il governo e le sue dinamiche !
    Conte e’ L’unica persona seria rimasta ….

  12. Reddito di cittadinanza, decreto dignità, spazzacorrotti, riduzione parlamentari, sismabonus 110, 209 miliardi del PNRR, miliardi per reggere urto pandemia e tanto ancora. Adesso qualcuno mi dica una sola cosa che merita di essere ricordata che è stata fatta dagli altri partiti in questi 5 anni.

    • Con la mano ciao ciao | 7 Agosto 2022 at 17:02 | Rispondi

      Ecco, mi sono fermato a leggere reddito di cittadinanza per vomitare il pranzo della prima comunione. Settembre tempo di migrare, si torna a casa.

      • Vincent Cogesar | 7 Agosto 2022 at 17:25 | Rispondi

        Ah aha ah aha 😁
        Io vomito sempre quando li vedo.
        Sono riusciti a stare al governo cavalcando l’onda del voto di protesta, combinando guai dopo guai a partire dal reddito di cittadinanza e per poi finire con il 110..ah nel mezzo mettiamoci pure i banchi con le rotelle..
        Una montagna di soldi sperperati. Grazie M5S.

  13. Spiegami che ti voterà dato che il partito è finito….unica cosa buona che hai detto che ti devi trovare un lavoro

  14. Si si…. ma sto ancora aspettando che mi diciate cosa hanno fatto tutti gli altri

  15. Da tonno a sgombro | 7 Agosto 2022 at 23:26 | Rispondi

    Ma alla fine il movimento la scatoletta di tonno è riuscita ad aprirla? Chiedo per un amico.

  16. …tanto ormai…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*