La Provincia a genere unico

  Vagando fra i banchi del nuovo Consiglio provinciale dell’Aquila si può notare una grande assenza: le donne. E non perché alle donne andrebbero riservati dei posti, in quanto membri di chissà quale “categoria protetta”, ma perché nel 2017, in uno Stato plurale e democratico come si vanta di essere il nostro, ci si aspetta che…

Il contenuto di questo articolo è riservato ai membri Sostenitore

Registrati per continuare la lettura dell’articolo.
Sei sei gia iscritto, fai il Login
Visita la nostra pagina per saperne di più! InfoAbbonamenti