Madonna della Libera, in chiesa a Natale

Sono pronti ad essere sbloccati i lavori per il santuario della Madonna della Libera a Pratola Peligna. A darne notizie è la sindaca Antonella Di Nino dopo l’incontro con il direttore generale del Mibact che ha accolto la sollecitazione fatta dal Comune riguardo i lavori.

“Dopo una serie di incontri e sopralluoghi – scrive la sindaca -, l’ingegnere Paolo Petrella e l’architetto Sergio Liberatore della Sovrintendenza, hanno ottenuto il via libera a definire la progettualità e l’iter amministrativo e martedì mattina il Mibact ha definitivamente autorizzato. È stato un lavoro molto complesso che solo grazie all’ingegnere Petrella e alla preziosa collaborazione dell’arch. Liberatore si è riuscito a definire riducendo notevolmente i tempi di appalto”.

I lavori, salvo imprevisti, dovrebbero concludersi entro dicembre, questo almeno è l’auspicio dell’amministrazione che incrocia le dita e resta in attesa della comunicazione ufficiale attesa a breve.  “Un pensiero va alla nostra amata Madonna della Libera che a breve potrà rientrare a casa sua”, conclude la sindaca.

S.M.

3 Commenti su "Madonna della Libera, in chiesa a Natale"

  1. Delio D'Angelo | 16 agosto 2018 at 1:53 pm | Rispondi

    Finalmente, nel resto dell’Italia le Chiese se non completamente diroccoccate i lavori sono stati molto più celeri dell nostro Santuario a me sembra una carenza che facilmente si applica a Pratola chissà perché

  2. Io credo che se si debbono fare dei lavori di consolidamento e messa in sicurezza del santuario, si debbano fare a regola d’arte e bene. Altrimenti quando ci rimetteranno le mani? Ora pensare di riaprire il santuario a Natale, mi sembra un tempo abbastanza lampo,per dei lavori di ingegneria così delicati. Che fretta c’è? Sono due anni che la chiesa è chiusa perché non agibile, se si aspetta, mettiamo un altro anno o sei-sette mesi cosa cambia? Qualcuno avrebbe detto che si riaprirebbe solo la navata centrale.Cui prodest? O tutta o niente, altrimenti resterà l’incompiuta a vita,visto come vanno le cose in Italia ed in Abruzzo in particolare.Aspetta e spera.

  3. due mesi per finire i lavori? ummmmmm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*