Muore di infarto: segnalazione all’Aifa, ma “correlazione improbabile con il vaccino”. Ieri un altro contagio dall’estero

La correlazione con il vaccino che aveva ricevuto in prima dose la scorsa settimana è ritenuta “improbabile” e remota, perché Giuseppe Ramunno, 66 anni di Sulmona, aveva già avuto problemi di cuore in passato e l’infarto che lo ha sorpreso l’altra sera nel suo giardino di casa, in via Arabona, non ha probabilmente nulla a che vedere con il Moderna (il vaccino che aveva ricevuto).

La Asl, tuttavia, come da prassi per i casi di decessi avvenuti in prossimità di una vaccinazione (fino ad un mese prevede il protocollo) avanzerà la segnalazione all’Aifa (agenzia italiana del farmaco) che valuterà attentamente la cartella clinica per verificare eventuali nessi causali.

La stessa famiglia dell’uomo, da poco andato in pensione, però, ha rifiutato di sottoporre la salma del proprio caro all’esame autoptico che pure la Asl aveva proposto: uno strazio inutile che sarà evitato, con il funerale di Ramunno già fissato per oggi alle ore 16 nella chiesa di San Giovanni da Capestrano della frazione di Torrone.

Che in questo clima caldo di pro e no vax, è bene andarci molto cauti con le ipotesi e i sensazionalismi, anche perché il vaccino risulta essere al momento l’unica e più efficace arma almeno per arginare il contagio e soprattutto le ospedalizzazioni, da cui dipendono la salute e l’economia del nostro Paese.

La curva epidemiologica, d’altronde, che in Centro Abruzzo si conferma sotto controllo, continua a presentare casi di non vaccinati, soprattutto di ritorno dall’estero.

Ieri alla lista dei positivi si è aggiunta una diciassettenne (non vaccinata) tornata dalla Spagna e già risultata positiva al tampone rapido al suo rientro. Un caso atteso, insomma, che va ad ingrossare le fila del virus d’importazione.

Gli attualmente positivi restano 35, grazie alla negativizzazione di un caso di Roccacasale (paese che torna Covid free), mentre in sorveglianza si trovano 93 persone.

26 Commenti su "Muore di infarto: segnalazione all’Aifa, ma “correlazione improbabile con il vaccino”. Ieri un altro contagio dall’estero"

  1. Medico Perplesso | 26 Luglio 2021 at 09:07 | Rispondi

    Certo non è stato il vaccino come non lo è stato per un altro sulmonese di 85 anni morto 10 giorni dopo la Seconda dose di vaccino all’ospedale di Avezzano per un ictus. Ma anche lì non è stato il vaccino e invece vaccinare i giovani è una cosa Santa e buona come dice l’alpino Figliuolo (com i dato statistici che gli parlano contro ) che non ha mai studiato Medicina e che invece è più accreditato dai giornalisti e dal mondo mediatico rispetto al Professore Luc Montagnier NOBEL della medicina che sconsiglia i vaccini ai giovani. Ecco dove siamo arrivati al paradosso “un Alpino che fa il medico DITTATORE e i medici che fanno i soldatini sotto il GRANDE ALPINO .

    • Se sei medico meriteresti la radiazione dall’albo.
      Che ti hanno insegnato nell’università e nelle scuole di specializzazione? Quanti soldi buttati dalla collettività!

    • Montagnier chi? Quello che dal 2017 è deriso dalla comunità scientifica per le posizioni del tutto prive di fondamento scientifico che ha assunto? Quello che dice che bisogna curarsi con omeopatia e estratti di papaya?
      Sentite, la faccenda è semplice: i vaccini riducono la probabilità che la contrazione di covid abbia esiti severi, e allo stesso tempo riducono la probabilità che si producano varianti. Questa cosa funziona se una larghissima parte della popolazione si vaccina. Se così non è, la vaccinazione essenzialmente tutela chi si è vaccinato (e nel breve periodo), ma non la collettività. Come ogni cosa, il vaccino può avere effetti collaterali (come anche la chemioterapia, medico perplesso), ma devono essere dimostrati: la correlazione tra due eventi non dice nulla sull’eventuale rapporto di causa-effetto. Il tasso di divorzi in Florida e il consumo di latte intero hanno correlazione di 0,95.
      Dopodiché, caro il mio medico perplesso (dovresti pubblicare nome e cognome, in modo da consentire ai tuoi pazienti e alla comunità di guardarsi bene dal capitarti sotto), ti è sfuggito che Figliuolo evidentemente fa il dittatore anche all’estero, e i medici di tutto il mondo evidentemente hanno deciso di essere i suoi soldatini, visto che DOVUNQUE si stanno vaccinando (o sono stati vaccinati) i giovani e la maggior parte della popolazione.
      Rivolgo a te e a quelli come te un appello accorato. Fate una cortesia alla collettività e alla società: lassèt perde! Continuate a scambiarvi tra di voi le pacche sulle spalle e i complimenti per aver capito tutto, e soprattutto non vaccinatevi. Pagherei molto volentieri le tasse, se sapessi che sono usate per coprire le vostre spese di ricovero.

      • Il critico..... | 26 Luglio 2021 at 22:14 | Rispondi

        Complimenti per tutto il discorso insensato ed insensibile, nonchè da rabbrividire per quanta cattiveria ha cacciato fuori dalle persone questa situazione….lei è incommentabile…di nuovo complimenti….

        • Lei mi ricorda tanto quei genitori della generazione attuale, quelli che se i professori danno un 4 al figlio perché è un asino, invece di sentirsi mortificati dicono che il prof è insensibile e cattivo. Ma quale cattivo? Semmai cinico.
          Caro critico, lei e il medico perplesso meritate un bel 2, altroché! Potrei anche dirle che ho la curiosità di chiederle perché trova quanto ho scritto “insensato”, ma le mentirei.
          Invece, io sono il cattivo. Non il medico perplesso, che con argomentazioni da terza elementare (queste cose, in questi termini, le sento dire da chi non ha studiato, e lo posso anche capire) giustifica una posizione che per un professionista è ingiustificabile. I medici sono parte di una comunità scientifica, e se vogliono contrastare il sapere lo devono fare in modo scientifico, non come se stessero al bar a chiacchierare della retrocessione del Pescara. Quando medico perplesso avrà pubblicato il suo studio sulle moltissime riviste prestigiose che esistono, avrà tutta l’attenzione che merita. Fino ad allora lui, prima di chiunque altro, dovrebbe evitare di scrivere cose che potrebbe scrivere chiunque con 0 anni di istruzione.
          E a proposito di cattiveria e di incommentabilità, faccio notare che persone come medico perplesso, con queste frasette imparate a memoria (senza neanche intuirne la volgarità), prende una comunità scientifica fatta di studiosi stimati, integerrimi, che da anni fanno ricerca, che si misurano coi colleghi, che sacrificano spesso il proprio tempo e le proprie famiglie, e, con una leggerezza che supera la stupidità, la etichetta come asservita al dittatore Figliuolo.
          E lei vuole che io non dica queste cose per non urtare la suscettibilità di chi dà, con una superficialità disumana, del venduto a migliaia di scienziati?
          Ora, prima che mi faccia di nuovo i complimenti, mi faccia una cortesia, se può. Rilegga il messaggio di medico perplesso e mi dica: in quel messaggio (a parte il nome dell’autore), c’è qualcosa che le fa capire che i contenuti siano scritti da un medico? Ma come fate a non vedere la gravità e la stupidità di interventi come quello?

  2. Grande risposta MarioS. Concordo con tutto ad eccezione del fatto che le mie tasse vadano a coprire le spese delle terapie intensive x covid di chi deliberatamente non si è vaccinato.

  3. Medico perplesso ma vai a cagare tu e Montagnier

  4. francesco.valentini1935 | 26 Luglio 2021 at 18:02 | Rispondi

    Vogliamo risolvere il problema insoluto delle mancate vaccinazioni?L’Italiano diventa ligio alle Leggi solo se lo colpisci nella tasca:nessuna vaccinazione senza fondamento scientifico di opposizione? Spese di ospedalizzazione eventuale a carico del no_,vax.E,ultima considerazione,Regionalismo esasperato al bando nelle epidemie:la mancanza di Unica Regia (leggiamo Stato ),peraltro prevista,avrebbe impedito ai politicanti di divenire “virologi” con i “Bignami” tanto di moda ai nostri tempi:ci aiutavano a superare gli esami,ma non suicidavano nessuno.

    • Luigi Gagliardi | 26 Luglio 2021 at 21:16 | Rispondi

      La tua analisi è del tutto sbagliata (ed anche difficile da leggere), l’italiano è allergico alle regole.

      L’unico modo per convincere tutti è mettere sul vaccino un bel cashback con tanto di estrazione di superpremio finale.

      Comunque il dottore, se crede davvero nelle sue teorie potrebbe metterci la faccia e palesarsi, proprio come fa Montagnier con tutte le sue teorie.

    • Due pesi due misure | 26 Luglio 2021 at 21:17 | Rispondi

      Spese a carico dei no Vax? A questo punto facciamo pagare anche i soccorsi del servizio alpino con tanto di elicottero a chi si avventura in montagna. Oppure le spese di ospedalizzazione a tutti quelle persone che si infortunano sul lavoro perché non adempiono alle norme del dlgs 81 08

  5. Guarda che gli infortuni sul lavoro sono pagati a caro prezzo dalle aziende con l’assicurazione Inail. Nel caso di inadempienze ci sono responsabilità disciplinari nei confronti del lavoratore e penali e nei confronti dell’intera filiera coinvolta.
    I costi sono coperti da Inail con i contributi delle aziende.
    Anzi, per assurdo il rischio di un’azienda di avere un novax è maggiore di avere il personale interamente vaccinato. L’infezione da covid sul luogo di lavoro si configura come infortunio/malattia professionale
    Quindi ovrebbe valere l’obbligo di vaccinazione sui luoghi di lavoro o, in alternativa, licenziamento del lavoratore che senza validi motivi rifiuta di vaccinarsi

    • Banana republic | 26 Luglio 2021 at 23:59 | Rispondi

      Troppe pippe mentali. Basta renderlo obbligatorio. Ma lo Stato non ha il coraggio, chissà perché!forse per via della Risoluzione 2361 del Consiglio d’Europa del 28 gennaio 2021?

  6. Lupus in fabula | 27 Luglio 2021 at 00:15 | Rispondi

    Cerchiamo di restare “umani” nei giudizi…e vacciniamoci tutti, o almeno il maggior numero possibile di persone, consapevoli che una minoranza sicuramente non si vaccinerà.
    Nella speranza che questa minoranza sia piccola e sparuta.
    D’altro canto, diciamoci la verità, molti si sono recati nei Centri vaccinali pensierosi e con la mente piena di dubbi.

  7. il vaccino ha un buon rapporto rischio beneficio a breve termine.
    Più l’età sale più il rischio beneficio è favorevole.
    A medio lungo termine non si sa e non si può sapere attualmente.
    Questa è la realtà , il resto è una presa di posizione ideologica dall’una e dall’altra parte.

    • Caro osservatore, tutto vero, ma manca l’altro pezzo. Senza vaccini cosa succederebbe? A me di stare i prossimi anni chiuso a casa, a vedere famiglie distrutte economicamente, giovani senza istruzione, persone morire quando si sarebbe potuto evitare, ecco, questo mi pare debba fare inorridire. Perché poi? Per prese di posizione ideologiche, queste si che lo sono, contrarie all’orientamento di tutti i Paesi. Proprio perché non deve essere una presa di posizione ideologica da parte di nessuno, perché non si affronta la cosa razionalmente? Senza vaccini o si muore fisicamente o si muore socialmente, e non è sostenibile neanche nel breve. Coi vaccini c’è una componente di rischio, ma davvero la vogliamo paragonare a quella di lasciare libera una pandemia? A meno che tu non creda di lasciare che la natura faccia il suo corso: si accetta che molti muoiano, che si producano varianti che rendono i vaccini inefficaci per le persone anziane, e vediamo dove si va a finire. Ma ho l’impressione che “a medio lungo termine” sarà peggio.

      • Bla bla bla. Lo Stato lo renda obbligatorio e fine dei giochi. Lo Stato deve prendere una posizione netta altrimenti è solo discriminazione razziale!

      • il vaccino attuale non eliminerà in alcun modo la pandemia 1 perchè la % di vaccini nel mondo è bassissima, 2 perchè non è un vaccino sterilizzante e quindi, abbinato all’alto tasso di variabilità del virus la pressione selettiva aumenterà il numero di varianti. La vittoria sarebbe un vaccino sterilizzante, magari. Inoltre le prese di posizione ideologiche ci sono state da ambo le parti. Il lockdown e la dad sono state scelte politiche fallimentari, che potevo capire nei primi mesi non a dicembre

  8. Mezzaluna interna | 27 Luglio 2021 at 08:20 | Rispondi

    Se posso esprimere un parere, seppur condividendo molti dei ragionamenti delle due “parti”, quello che risalta anche dai commenti nei social è che nessuno e ripeto nessuno chiede al nostro stato dei vaccini più sicuri, in modo da tranquillizare i più scettici men che meno lo fanno gli scettici stessi, piuttosto corrono in piazza perché gli stanno togliendo il lecca lecca…

    • Cara Mezzaluna, ma i vaccini sono sicuri! Lo certificano enti terzi che hanno proprio quel compito. Ma sicuro non significa a rischio zero. E’ impossibile. Nessun medicinale, neanche l’aspirina è a rischio zero. Per verificare se un farmaco o un vaccino sono sicuri, si fanno i trial, e si accertano gli eventuali eventi avversi. In considerazione di questi, si determinano le modalità e le controindicazioni delle somministrazioni. Ma non è che c’è sempre spazio per azzerare gli effetti collaterali. E’ così e non può essere altrimenti. Così come è sempre possibile che nell’uso di massa emergano evidenze che prima non c’erano. Si parla di progresso scientifico proprio perché è un processo, fatto di nuove evidenze e sapere crescente.
      Dopodiché ho il fondatissimo sospetto che anche qualora fosse inventato un vaccino sicuro al 100%, gli scettici non ne sarebbero tranquillizzati, perché direbbero che i dati sono manipolati, o che hanno un cugino che ha un amico che si è fatto il vaccino e da allora tifa Inter!

      • quello che dice mario è corretto, solo che non si dovrebbe parlare di sicurezza quanto piuttosto di rischio beneficio.

        Inoltre non serve un vaccino più sicuro serve un vaccino sterilizzante

      • Anche per l’amianto appena messo in commercio tutti esultavana, salvo poi scoprire decenni dopo la sua tossicità. Oppure vogliamo parlare del teflon sulle pentole?

  9. Mezzaluna interna | 27 Luglio 2021 at 17:19 | Rispondi

    Caro Mario S, la ringrazio per la notizia sulla sicurezza del vaccino, peccato che rimanga ad oggi una non garanzia nel medio e lungo termine dello stesso, che se cadesse, o meglio, se il progresso scientifico portasse ad una maggiore garanzia in quel periodo, convincerebbe molti scettici a vaccinarsi, non crede? Poi lasci perdere quelli che ragionano per partito preso, sono tifosi… E vax o no vax hanno la stessa convinzione di aver ragione.
    Osservatore, il mio forse era intendere un vaccino più efficace quindi più sicuro in quel senso

  10. Ma veramente? | 27 Luglio 2021 at 18:57 | Rispondi

    Breve termine..medio termine..lungo termine..ma veramente? Qui la gente si ammala, può morire senza parlare di costi per lo stato e di riflesso per le attività produttive e stiamo ancora a parlare??! Ma se fino adesso la gente sa bevute le vine con il bisolfito e continua ancora a berlo..sa magnate la carne con il morbo..pesce contenente mercurio..carni avicole piene di antibiotici..e altre zozzerie grano con fitofarmaci sughi cinesi e stanne pure a parlare che il vaccino fa male nel medio termine 🤣🤣🤣 chiudo con l’apoteosi dei fumatori..con sigarette contenenti catrame, metalli pesanti e parlate?? VERGOGNATEVI!!!

  11. Sicuramente..ma meglio di te che frequenti il centro di igiene mentale..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*