“Scuole sotto controllo”, Pratola Insieme non ci sta

L’idea che a Pratola la situazione delle scuole sia totalmente sotto controllo non soddisfa per niente l’opposizione nel gruppo Pratola Insieme che ricorda come in passato gli allora consiglieri di opposizione Antonio Di Nino ed Antoy Leone si siano scagliati contro le scelte della vecchia amministrazione De Crescentiis. Una organizzazione delle aule condannata dalla vincente Pratola Bellissima in fase di campagna elettorale e che sarebbe dovuta essere risolta nel giro di brevissimo. D’altronde che almeno la scuola dell’infanzia dovesse finire nei Musp era stato annunciato dall’attuale sindaco Antonella Di Nino. Invece tutto è rimasto com’è, o quasi, sollevando le osservazione della minoranza.

“Durante la campagna elettorale il Sindaco Di Nino ed il gruppo dell’allora minoranza (Antony Leone

e Antonio Di Nino che con la loro azione hanno sortito il solo effetto di allontanare circa 60 alunni dal nostro istituto comprensivo)- si legge nella nota- hanno costantemente ripetuto che le scuole erano insicure e che avrebbero risolto questo problema nei primi dieci minuti di mandato. Sono passati 112.000 minuti circa, tre lunghi mesi e della soluzione non v’è traccia”.

E sui Musp il gruppo si chiede dove siano finiti, “Quali sono le azioni intraprese per mettere in sicurezza i nostri figli? Ci chiediamo come mai fino a qualche mese fa le scuole erano tutte insicure ed oggi magicamente si fa finta di nulla comunicando che tutte le attività scolastiche riprenderanno regolarmente. Sta prendendo in giro i cittadini? Se non è così vorremmo sapere se sono stati fatti dei lavori che non conosciamo e, quindi, sono state messe in sicurezza le scuole o, ancora, se il Sindaco Di Nino si assumerà la responsabilità di iniziare l’anno scolastico in strutture che hanno un coefficiente di vulnerabilità sismica bassissimo?”.

 

Commenta per primo! "“Scuole sotto controllo”, Pratola Insieme non ci sta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*