Tratta Roma-Pescara: in carrozza non prima del 2027

Ben che vada ci vorranno tre anni, ritardi burocratici permettendo, per andare più spediti sulla tratta ferroviaria Roma-Pescara. Il progetto di velocizzazione del collegamento ferroviario è uscito dai Fondi Pnrr, dirottati sulla Orte-Falconara, ma resta sempre nei pensieri del Governo Meloni. L’opera che collegherà Tirreno e Adriatico in due ore, però, si farà. Lo ha assicurato a più riprese Marco Marsilio, sia prima e sia durante la campagna elettorale per il rinnovo della carica da presidente. Sulle tempistiche, però, l’alfiere meloniano ha (quasi) sempre glissato. Durante il confronto di giovedì scorso a Sulmona con il candidato presidente, Luciano D’Amico, Marsilio ha detto che per gli interventi sarebbero serviti almeno 6/7 anni.

A svelare le (lunghe) tempistiche dell’opera è il documento preparatorio alla riunione del Cipess, in possesso di Repubblica. I 720 milioni per l’ammodernamento della tratta ci sono (lo ha ribadito anche quest’oggi Matteo Salvini, in visita ad Avezzano). Ma verranno spesi con molta calma: sette quest’anno, 90,7 nel 2025 e i restanti 622 milioni tra il 2026 e il 2027.

Secondo le più rosee previsioni, quest’anno si indiranno le gare d’appalto. E nulla più. Niente cantieri, né ruspe nei due lotti che permetteranno di viaggiare più velocemente. I primi lavori partiranno nel 2025, procedure per l’assegnazione e autorizzazioni permettendo. Gare che sarebbero dovute partire lo scorso anno, per rispettare i tempi previsti dal Pnrr che secondo scaletta preveda l’inaugurazione della nuova Roma-Pescara entro il 2026. Tempistiche che il Governo sapeva di non poter rispettare, e quindi per evitare di perdere i fondi li ha spostati su altre opere, lasciando Abruzzo e Capitale in attesa di nuovi colegamenti.

24 Commenti su "Tratta Roma-Pescara: in carrozza non prima del 2027"

  1. Propaganda pre elettorale | 2 Marzo 2024 at 17:02 | Rispondi

    Il nuovo ponte sullo stretto di Messina! A Salvini piace questo elemento!!! 👍

  2. Magari i 3 anni presunti, ci metterei la firma.
    Monitoreremo anche questa promessa, e se poi vi sarà qualche cambio politico nella sala dei bottoni nazionale… adiosssss!

  3. Ferroviere in 1 87 | 2 Marzo 2024 at 19:05 | Rispondi

    Ma il mega cantiere che si vede tra Brecciarola e l’uscita Chieti Pescara dall’autostrada non è di Rfi?

  4. Ma per vederlo bisogna togliersi le fette di “ mortadella” davanti agli occhi, e poi far finta di ignorare i ricorsi al TAR di Comuni e Comitati per far spostare il tracciato:

    https://www.filtabruzzomolise.it/rassegna/item/scontro-davanti-al-tar-per-la-nuova-ferrovia-dai-giudici-i-due-ricorsi-di-comune-e-comitato-comferr-sul-raddoppio-del-tracciato-pescara-roma

    I punti salienti:
    “ Il Comune ha dunque chiesto varianti al percorso, sia per quanto riguarda il lotto zero (che interessa la parte centrale dello Scalo, da San Giovanni Teatino a Brecciarola), sia per quanto riguarda Brecciarola“…

    “ Uno stralcio dal Pnrr che per noi è un’opportunità: non essendoci più i tempi stretti imposti dall’iter europeo, noi pensiamo che si possa tornare attorno a un tavolo e valutare, questa volta con la dovuta calma, la variante che la stessa Rfi aveva proposto per evitare gli abbattimenti a Brecciarola»…

    “ C’è poi il problema dell’attraversamento degli Appennini. Abbiamo dimostrato tutto questo con una ricerca affidata a docenti universitari, la cui analisi costi-benefici dell’opera è giunta a risultati ben diversi da quelli di Rfi».

    Avete compreso bene?

    Lo stralcio dal PNRR per loro è stata un’opportunità… altro che le “ chiacchiere” denigratorie strillate da qualcuno.

    Per vederla realizzata in 3 anni, e senza fiatare, bisognava stare in uno di quei paesi “ democratici e liberali” che si chiamano Cina, Russia o Corea del Nord.

  5. Ci metterei la firma !
    Questo è l’ultima spiaggia per Sulmona !
    Speriamo che l’aquila non ci metta lo zampino

  6. E L’AQUILA?
    Incredibile, davvero incredibile! Questo è accanimento terapeutico!
    I nostri governanti – sia livello nazionale che regionale – non vogliono proprio capire che lo sviluppo dell’Abruzzo e quindi lo sviluppo nazionale passa soltanto dall’Alta Velocità (ma veramente Alta Velocità con treni che viaggino a 250~300 km/h) tra Pescara – L’AQUILA e Roma, sforacchiando nuovamente il Gran Sasso!
    E invece stanno a perder tempo e soldi su una ferrovia che va già bene così com’è, al servizio di territori ormai persi e condannati alla desertificazione quali quelli dei Peligni (e dei Marsicani).
    E poi si era anche parlato di una ferrovia Roma – L’AQUILA – Teramo – Giulianova (o Ascoli Piceno) – Ancona che finalmente trasformerebbe il nostro illustre capoluogo in quello snodo ferroviario che merita di essere (vedi https://www.ferrovie.info/index.php/it/13-treni-reali/28818-ferrovie-progetto-per-una-linea-che-colleghi-teramo-e-l-aquila). CHE CAVOLO ASPETTANO? E invece stanno a buttar via soldi per Sulmona (e Avezzano), al solito!
    Vogliono far morire L’Aquila: questa è la nuda verità!

    • Senti Mingaver, hai veramente scocciato con sta storia di aquila, qualsiasi cosa si propone ci devi mettere in mezzo aquila ogni santa volta, se i tuoi avi concittadini hanno fondato una città inbuna zona isolata è solo colpa loro, avete sfondato 22 km di montagna per togliervi parzialmente dall’isolamento che storicamente vi appartiene. La Roma Pescara ha il suo percorso naturale passando per Sulmona e Avezzano che ti piaccia o no, d’altronde ti ricordi che Sulmona è crocevia ferroviario da sempre mentre voi avete il monobinario, un caro saluto e non rovinarti il fegato più di tanto

    • di quale accanimento parli. La succursale di roma è stata sempre privilegiata. per non dimenticare poi lo scempio al gran Sasso, oltre 20 km di gallerie per unire 2 metropoli… 🤣

  7. SalviamoSulmona | 3 Marzo 2024 at 10:59 | Rispondi

    Egregio Mingaver, purtroppo per lei la sua squallida città non si trova sulla direttrice Roma Pescara.
    Se ne faccia una ragione.

  8. PAOLO DEL ROMANO | 3 Marzo 2024 at 11:57 | Rispondi

    ma ad oggi quali sono le novità su questo progetto?

    quali sono le opzioni attualmente più favorite?

    ho sentito parlare in questi giorni solo di lavori su Lotto 1 e Lotto 2 che però sono concentrati nella zona di Manoppello-Scafa. Quindi questo significa che i percorsi di montagna (quelli più complicati) non verranno toccati ?

    e basta questo per portare il tempo di percorrenza della Pescara-Roma a 2 ore ?

  9. Stando alle dichiarazioni dei vertici di Rfi poi confermate a Sulmona dal presidente Marsilio in un recente confronto con il candidato della sinistra al governo regionale Luciano d’Amico, il raddoppio della linea Sulmona Pescara unirà le due città in meno di mezz’ora con treni che si succederanno ogni 30 minuti. Sulmona e Pescara sempre più vicine praticamente facenti parte della medesima area metropolitana. Se poi aggiungiamo che la futura nuova Pescara(200.000 ab.) espandera’inevitabilmente i propri confini avvicinandola ulteriormente si capisce di come si aprano scenari futuri interessanti che renderanno i rapporti tra il capoluogo ovidiano e quello adriatico sempre più simbiotici. La realizzazione dell’aeroporto intercontinentale d’Abruzzo grazie all’allungamento della pista di atterraggio sarà la ciliegina sulla torta. L’Aquila sempre più marginale per Sulmona e per l’intero Abruzzo.
    Mingaver si curi il fegato..😉😄😄

  10. Mingaver sei nato in un posto sfigato non è colpa nostra

  11. Minghiavera ha già fatto la propria scelta.
    Ha commentato più volte su questa testata di abitare a Sulmona.
    Quindi stapposto.

  12. Quando mi trovo a passeggiare per Sesto Fiorentino o per Empoli nessuno dei loro abitanti ha la faccia tosta di dire che l’Alta velocità Milano-Napoli deve passare e fermarsi nel loro paesotto anziché a Firenze; altrettanto dicasi per Castel Bolognese o Sasso Marconi: nessuno ha la follia di pretendere la fermata dell’ A.V. nel proprio paesello invece che a Bologna. Sono infatti ben consapevoli che il centro di gravitazione della propria provincia (anzi della propria Regione) è, rispettivamente, Firenze o Bologna.
    A Sulmona hanno invece la pretesa che l’Alta Velocità Pescara – Roma (che Alta Velocità non è, trattandosi solo di raddoppio di binari qua e là) passi e fermi nel proprio borgo anziché nel “centro di gravitazione” della propria regione (gravitazione economica, politica, universitaria, culturale: in una parola potremmo definirla “gravitazione universale” della Regione Abruzzo). E mi chiedo che coscienza civile hanno da queste parti per pretendere che i propri soldi di onesti contribuenti siano buttati via per far passare due dannati binari sotto casa propria anziché l’ A.V. (la vera Alta Velocità) dal loro “centro di gravitazione”! Mai visto cotanto ottuso provincialismo!

    • Pescara capoluogo | 4 Marzo 2024 at 10:06 | Rispondi

      Perché qualcuno ha chiesto di far fermare l’AV a Sulmona?
      No. Esiste un progetto per raddoppiare i binari in alcune tratte della roma Pescara per velocizzarne il collegamento e il collegamento alla velocità tirrenica e adriatica. E parliamo di un progetto esistente con studi di fattibilità e finanziamenti. Siete voi aquilani che in base alla vostra arroganza chiedete che non si velocizzi quella tratta esistente per costruire una linea Av Pescara l’Aquila Roma di cui non esiste nessun progetto nessuno studio di fattibilita e nessuna volontà politica e industriale nel farla e anche un cretino capisce che costerebbe troppo anche in termini di scempio ambientale .
      Dopodiché Firenze sulla dorsale tirrenica come Bologna per la dorsale adriatica sono snodi cruciali cosa che palesemente non è l’Aquila arroccata nella sua arroganza e solitudine logistica.
      Mai vista tanta arroganza da parte di un capoluogo che campa distruggendo gli altri. Volete l’AV fatela ma non a costo di altre opere a vantaggio di altri territori. Dire che la Marsica è destinata alla desertificazione dimostra tutta la stupidità aquilana, la Marsica a L’Aquila gli da due punti è una scopa e L’Aquila senza i soldi del terremoto gli uffici pubblici da capoluogo e le marchette della politica sarebbe una città fallita da anni

    • Mingaver la domanda è? È vero che aquila si trova in una posizione geografica infelice e io aggiungerei sfigata? Seconda domanda: è vero che Sulmona è polo ferroviario da una vita considerando la linea per Pescara, la linea per Terni,la linea per Roma e la vecchia linea per Napoli (oggi rivitalizzata dalla Transiberiana che porta tanti turisti a Sulmona e in Alto Sangro)? È altrettanto vero che nel tuo nebbioso e freddo paese l’unica ferrovia monobinario è quella che vi collega a Terni? È assolutamente normale che Sulmona guardi sulla costa verso Pescara e verso Roma, non siete voi il vero capoluogo d’Abruzzo e questo lo sapete bene e vi rode anche tanto, lo siete solo sulla carta, e menomale! Perché sennò avevate 1000 abitanti come Pacentro con tutto il rispetto per la bellissima Pacentro.

  13. E a completamento di quanto scritto sopra rammento agli amici Peligni che in Liguria utilizzano i soldi del PNRR per costruire il “terzo valico” ossia per dotare Genova di un collegamento ad A.V. con Milano e Torno in gran parte in galleria nella tratta appenninica (ben 37 km su 53 di gallerie). Appunto: Genova, non Pegli o Cabella Ligure!
    In Abruzzo dovremmo ovunque esigere che i soldi pubblici e i soldi “europei” (ossia appunto il PNRR) siano spesi per bucare anche qui l’Appennino ben due volte, onde collegare in A.V. Pescara a L’Aquila e poi L’Aquila a Roma.
    E invece ci fanno fessi dicendoci che raddoppieranno il binario da Pescara a Manoppello e a Sulmona sono tutti beatamente contenti!

  14. VAI MO A RIEMPIRE I VASETTI DI TERRA E A CREDERE AGLI ASINI CHE VOLANO IET A VUTA CHE KISS VUONN MAGNA SENZA LAVORARE A LAVORARE CI ANDATE VOI E LORO RACCOLGONO I FRUTTI I L L U S I !!!!

  15. Arriva salvini e dirotta i fondi del pnrr della tratta Roma Pescara sulla orte falconara… Non se ne sa più niente…
    E a 2 giorni dalle regionali in Abruzzo arriva melone e rispuntano i soldi per la Roma Pescara… A bugiardiiiiiii….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*