Auto in divieto, ma non esiste il carroattrezzi: la strada resta sporca

Non ci sono mezzi e uomini e le strade non possono essere pulite. E’ accaduto questa mattina a Sulmona in via Patini, dove gli addetti del Cogesa si erano presentati puntuali per eseguire un’operazione straordinaria di pulizia della strada.
Un evento raro, dicono i residenti del posto, che molti aspettavano, ma che a tutti forse non interessava.
Tant’è che nonostante l’ordinanza del Comune, affissa su visibili cartelli, che vietava la sosta lungo la strada dalle 9,30 alle 12,30, alla fine il Cogesa ha dovuto rinunciare in parte all’operazione, perché i mezzi non sono riusciti a pulire lì dove c’erano le auto parcheggiate.
Inutili sono state le chiamate alla polizia municipale per far rispettare l’ordinanza: a quell’ora e in quel momento non c’erano pattuglie disponibili e, soprattutto, non c’erano e non ci sono carroattrezzi per rimuovere le auto in sosta, nonostante l’ordinanza e lo stesso cartello di divieto riportassero specificatamente la rimozione forzata dei veicoli.
Il Comune di Sulmona, in sostanza, emette ordinanze che già sa di non poter far rispettare; perché non esiste un carroattrezzi in dotazione e neanche in convenzione.
Per gli automobilisti dal parcheggio selvaggio un via libera a fare come gli pare: dopodomani, ad esempio, sarà vietata la sosta in largo Faraglia per i lavori di rifacimento della strada. Il divieto di sosta è assoluto, con rimozione forzata, ma senza forze a disposizione. Male che va ci si prende una multa.

1 Commento su "Auto in divieto, ma non esiste il carroattrezzi: la strada resta sporca"

  1. luciano mininni | 21 Maggio 2019 at 6:53 pm | Rispondi

    ma il carro attrezzi non lo deve pagare chi è in divieto di sosta? oppure no? illuminatemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*